Ecco quando pagano le pensioni di febbraio 2024: c’è una grossa novità

Quando sarà effettuato il versamento delle pensioni sui conti correnti? Qual è il calendario per il ritiro in Posta? Ci sono alcuni cambiamenti

Roma, 29 gennaio 2024 – E’ in arrivo la pensione del mese di febbraio. C’è attesa per conoscere gli importi dell’assegno che verrà versato sui conti correnti o ritirato in posta da milioni di pensionate e pensionati italiani. E per questo mese ci sono alcune importanti novità: vediamo quali sono. 

Quando pagano le pensioni di febbraio 2024: novità per il ritiro in Posta
Quando pagano le pensioni di febbraio 2024: novità per il ritiro in Posta

La pensione di febbraio

Migliaia di pensionati e pensionate hanno già potuto controllare gli importi che saranno loro versati a febbraio. Ciò mediante il servizio di controllo dei cedolini sul portale dell’Inps.

Gli importi

Nel mese di febbraio l’ammontare delle pensioni potrà subire alcune modifiche legate alle trattenute Irpef e alle addizionali locali

Le trattenute Irpef

A fine anno è stato effettuato il ricalcolo a consuntivo delle ritenute erariali relative al 2023 (Irpef e addizionali regionali e comunali a saldo) sulla base dell’ammontare complessivo delle sole prestazioni pensionistiche erogate dall’inps.

L’Inps chiede “i soldi indietro”

Se nel corso del 2023 sulla pensione sono state applicate mensilmente ritenute erariali in misura inferiore a quanto dovuto su base annua, l’Inps deve recuperare le differenze a debito sulle rate di pensione di gennaio e di febbraio 2024, trattenendo il debito anche fino alla capienza totale dell’importo del rateo pensionistico in pagamento.

Restituzione a rate

Qualora i ratei di pensione di gennaio e di febbraio dovessero risultare insufficienti per il recupero totale si proseguirà con le trattenute sui ratei mensili successivi fino ad estinzione del debito.

Approfondisci:

Quanto guadagna un autista di linea

Quanto guadagna un autista di linea

Quando vengono pagate le pensioni

Come sempre le pensioni, per chi ha l’accredito diretto in banca, saranno versate sul conto corrente il primo giorno bancabile del mese (vale a dire il primo giorno che non coincida con un sabato una domenica o un festivo): in questo caso giovedì 1 febbraio. Chi controlla l’home banking da telefonino o pc potrebbe però veder comparire il versamento solo nei giorni successivi: ciò dipende dai tempi di registrazione legati ad ogni banca.

Il ritiro della pensione in Posta

Per quanto riguarda il ritiro della pensione agli sportelli degli uffici postali, c’è una novità. Dopo l’emergenza Covid per la quale era stato istituito un calendario di ritiro in base alle lettere con cui inizia il cognome (secondo uno schema: dalla A alla C in primo giorno dalla D alla F il secondo e così via) questa modalità non sarà più attuata.

La novità

Tutte le pensioni potranno essere ritirate in posta a partire dal 1 febbraio. “Le pensioni saranno in pagamento da giovedì 1 febbraio. Per evitare assembramenti e tempi di attesa superiori alla media, consigliamo a tutti i pensionati, ove possibile, di recarsi a ritirare la pensione in tarda mattinata o durante le ore pomeridiane privilegiando i giorni successivi ai primi”, la comunicazione di Poste Italiane.

I motivi

Il calendario in ordine alfabetico per il ritiro della pensione era stato istituito per far fronte all’emergenza Covid ed evitare assembramenti. Proprio la fine dell’emergenza legata alla pandemia ha portato Poste Italiane a reintrodurre la vecchia modalità.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro