Martedì 23 Aprile 2024

Sport e inclusione. La sfida di BMW alla disabilità

di Francesco Forni BMW Italia è al fianco di ragazzi speciali con obiettivi speciali. Con SciAbile, progetto della divisione italiana del...

di Francesco Forni

BMW Italia è al fianco di ragazzi speciali con obiettivi speciali. Con SciAbile, progetto della divisione italiana del colosso bavarese con la scuola di sci Sauze d’Oulx, centra l’encomiabile obiettivo di permettere di affrontare l’emozione della discesa sulle nevi anche a ragazze e ragazzi con disabilità.

SciAbile, miccia iniziale di SpecialMente, la serie di iniziative di BMW di attività sociale di inclusione, supporto, interculturale, compie 21 anni continuando a realizzare un piano di inclusione, ma soprattutto a infondere felicità e consapevolezza a giovani e giovanissimi. Allievi che a fine corso provano la gioia di essere speciali, straordinari sulle nevi. Un’idea speciale, evoluta anche dai grandi insegnamenti del brand ambassador Alex Zanardi, che è stato uno dei promotori della scuola di sci sul ’Balcone delle Alpi’ sin dall’inizio.

Massimiliano Di Silvestre, presidente di BMW Italia, racconta con passione l’anima di questa missione del Costruttore. "Crediamo – afferma – che oggi un’azienda moderna, di successo e proiettata al futuro come la nostra debba operare nella società per creare valore. Riteniamo infatti che sia un dovere restituire alla società in cui operiamo parte del successo che il mercato ci riconosce. Abbiamo definito dei campi d’azione precisi, per avere un impatto concreto e misurabile. Per poter davvero essere efficaci e supportare realtà che svolgono una funzione importantissima nel sociale. Operiamo nel campo dell’inclusione, del dialogo interculturale, della sostenibilità e della cultura".

Insomma per la Casa tedesca si tratta di un impegno a tutto tondo "praticato – continua Di Silvestre –da tanti anni attraverso il progetto di responsabilità sociale d’impresa SpecialMente che è nato nel 2014 come programma strutturato, ma che comprende anche iniziative avviate vent’anni fa". E Sciabile è il fiore all’occhiello. "Un progetto – chiude il presidente Di Silvestre – nato nel 2003 che ha dato origine a tutte le nostre attività di questo genere e che ha svolto più 16mila ore di lezioni e convolto più di 1.700 allievi (nel 2003 all’esordio erano 30, ndr)".

Roberto Olivi, Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali di BMW Italia, aggiunge: "E’ dovere delle grandi società restituire valore alla società ed essere capaci di offrire risposte alle principali tematiche contemporanee. Con SpecialMente, e in particolare con SciAbile, offriamo da oltre vent’anni un esempio concreto su come si possa affrontare il tema della disabilità e dell’inclusione".

SciaAbile e altre iniziative sostenute da BMW Italia, come la boccia paralimpica nata nel 2016 insieme alla FIB (Federazione Italiana Bocce) che coinvolge centinaia di ragazzi e ragazze in tutta Italia ma che sta per tagliare il traguardo di portare un atleta alle Olimpiadi di Parigi nel 2024, rappresentano momenti speciali. Aggreganti, infatti sulle nevi di Sauze d’Oulx hanno partecipato l’atleta paralimpica Carlotta ’Cocca’ Visconti e il pilota e fondatore di Diversamente Disabili, Emiliano Malagoli.

Apprezzatissimi i tocchi di classe dello chef stellato Gianfranco Pascucci e Fabrizio Fiorani, dei protagonisti dell’alta pasticceria italiana, hanno offerto ai partecipanti un’originale esperienza sensoriale. Un trionfo del gusto sotto il segno dell’inclusione.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro