BMW R1300 GS. Bella, potente e già nel futuro

"Con la nuova BMW R 1300 GS sorprenderemo ancora una volta la concorrenza. Combinata con un equipaggiamento mirato, consente di mettere in mostra in modo ancora più evidente l’essenza della GS boxer. Con un nuovo motore, un’eccezionale maneggevolezza e qualità di guida impressionanti, la GS farà scuola sia su strada che fuori". Thilo Fuchs, responsabile dei modelli Boxer raffreddati ad acqua, accende così i riflettori sulla nuova R1300 GS, una moto destinata a rivoluzionare e trascinare il settore specifico e che guarda al mercato con grande ottimismo. E non solo per i fedelissimi. La nuova BMW R 1300 GS punta in alto con un nuovo motore boxer e nuove sospensioni, con un peso significativamente ridotto e una maggiore competenza GS a tutto tondo. BMW Motorrad ha stabilito il nuovo segmento delle enduro touring più di quattro decenni fa con la R 80 GS. Da allora, la BMW GS con motore boxer è stata la leader indiscussa del settore. Per garantire che questo rimanga tale anche in futuro, BMW Motorrad ha optato per un design quasi completamente nuovo per la nuova R 1300 GS, con un impressionante risparmio di peso di 12 kg rispetto al modello precedente. Il fulcro è ancora una volta il leggendario motore boxer a due cilindri.

Il suo nuovo design è più compatto che mai grazie a un cambio posizionato sotto il motore e a una nuova disposizione degli alberi a camme. Da esattamente 1 300 cc produce una potenza di 107 kW (145 CV) a 7 750 girimin, sviluppando una coppia massima di 149 BMW Motorrad Corporate Communications 2 BMW Motorrad Corporate Communications Nm a 6 500 girimin. Questo lo rende di gran lunga il motore boxer BMW più potente mai prodotto in serie. Al centro delle nuove sospensioni c’è il telaio principale a guscio in lamiera d’acciaio che, oltre a essere notevolmente ottimizzato in termini di spazio di montaggio, offre anche livelli di rigidità più elevati rispetto al modello precedente.

Per quanto riguarda il telaio posteriore, la precedente struttura tubolare in acciaio è stata sostituita da una struttura in alluminio pressofuso. La nuova guida della ruota anteriore EVO Telelever con elemento di flessione e la nuova guida della ruota posteriore EVO Paralever garantiscono una precisione di guida e una stabilità di marcia ancora maggiori. Il nuovo Dynamic Suspension Adjustment (DSA) elettronico come equipaggiamento da fabbrica, con l’adattamento dinamico dello smorzamento e del coefficiente delle molle e la compensazione automatica del carico.

La nuova regolazione elettronica delle sospensioni dinamiche (DSA) fa poi un ulteriore passo avanti rispetto al passato, combinando la regolazione dinamica dello smorzamento anteriore e posteriore con una corrispondente regolazione del coefficiente K della molla (’rigidità della molla’), a seconda della modalità di guida selezionata, delle condizioni di guida e delle manovre.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro