Lunedì 24 Giugno 2024

Primi al traguardo di Piazza Affari

Racing Force Group, leader nel settore, quotato con successo su Euronext Growth Milan e Paris per favorire la crescita internazionale e valorizzare il potenziale del gruppo. CEO Delprato punta a mercati più attivi e non esclude operazioni di M&A per sostenere la crescita.

Primi al traguardo di Piazza Affari

Primi al traguardo di Piazza Affari

DOPO AVER PORTATO A TERMINE con successo l’integrazione tra i nuovi brand, nel novembre del 2021 Racing Force procede alla quotazione su Euronext Growth Milan, il segmento di Borsa Italiana dedicato alle imprese a piccola capitalizzazione con alto potenziale di crescita. Racing Force Group diventa così la prima società al mondo nel suo settore a scambiare le proprie azioni sul mercato. Nel settembre 2022, Racing Force ha effettuato un’operazione di "dual listing" quotando le sue azioni anche in Francia, su Euronext Growth Paris, per aumentare la visibilità a livello internazionale e favorire l’ingresso di investitori stranieri, nonché per avvicinarsi ancora di più alla FIA, che proprio in Francia ha il suo headquarter. "Abbiamo un flottante del 47% del capitale ma devo dire che le soddisfazioni recentemente non sono tante. E questo essenzialmente per un problema legato al mercato e al fatto che volumi minimi in acquisto e in vendita possono determinare fluttuazioni molto importanti del titolo. Avremo a breve le caratteristiche per approdare a mercati più importanti e potrebbe essere una opportunità per noi per accedere in realtà più attive". Del resto, spiega ancora Delprato, "oggi la valorizzazione di Borsa non rispecchia appieno il valore del gruppo e le sue potenzialità, tenendo conto dei progetti che abbiamo in cantiere e che svilupperemo". Da due anni la società distribuisce un dividendo pari a 0,09 euro come parte della politica di remunerazione degli azionisti.

"Gli azionisti vanno remunerati, ne sono molto convinto. La natura del dividendo che distribuiamo da due anni è volto a soddisfare un duplice bisogno: da una parte, la volontà di remunerare gli azionisti che credono nella nostra vision e allo stesso tempo garantire all’impresa la liquidità necessaria e sufficiente per sviluppare tutti i progetti di espansione e diversificazione attualmente in essere a livello di Gruppo". Infine, per supportare questa crescita, l’M&A è sempre una possibilità che il ceo di Racing Force non esclude.

G. C.