Giovedì 20 Giugno 2024

Più servizi a costi contenuti. La sfida dell’home banking

ALGORITMI, nuovi servizi e Intelligenza Artificiale generativa rendono le banche sempre più alla portata di un click. "L’innovazione che stiamo...

Più servizi a costi contenuti. La sfida dell’home banking

Più servizi a costi contenuti. La sfida dell’home banking

ALGORITMI, nuovi servizi e Intelligenza Artificiale generativa rendono le banche sempre più alla portata di un click. "L’innovazione che stiamo vivendo è entusiasmante", dice Leonardo Bassilichi, amministratore delegato di BDGroup, Base Digitale Group e presidente di Camera di Commercio di Firenze. "Non sono informatico, nè ingegnere informatico, ma da molti anni lavoro con tanti esperti di algoritmi" e di futuro, dice Bassilichi. La società di cui è alla guida, Base Digitale Group, nasce a febbraio 2020, raccogliendo la storia imprenditoriale di Leonardo e di suo fratello, Marco Bassilichi e aggiunge oggi i servizi più evoluti in ambito tecnologico, sicurezza e innovazione digitale, grazie anche alla presenza nel Gruppo SeSa. "Base Digitale Group intende guadagnare la posizione di leadership nella fornitura di servizi IT in Outsourcing per i financial services nel mercato italiano. Per fare ciò, il Gruppo intende promuovere un’offerta completa di Core Banking e servizi accessori per i principali attori del mercato bancario e finanziario italiano, mediante un’architettura data-driven a micro servizi, che rispetti rigorosamente il time-to-market preposto. Le persone e l’innovazione sono i punti di riferimento per la creazione di ogni tipo di soluzione", spiega Leonardo Bassilichi.

La missione di Base Digitale Group è infatti quella di affiancare le imprese in progetti e soluzioni per creare valore grazie allo sviluppo di servizi adattatati perfettamente alle singole esigenze. Il nostro obiettivo, spiega anche Bassilichi è quello di "diventare i partner ideali per gestire situazioni complesse contenendo i costi, con particolare riferimento alle soluzioni di Core Banking, Open Platform, Open Banking, Business Process Outsourcing". Innovazione e intelligenza artificiale aiutano sempre più le banche ad erogare servizi. Quelli che propone Base digitale Group "garantiscono la riduzione dei costi e incremento della qualità del servizio del Cliente, creando le condizioni per fornire opzioni di crescita e sviluppo", spiega l’amministratore delegato della società. Il Gruppo ha sei business unit, "Grazie alla specializzazione delle persone, l’azienda punta a migliorarsi continuamente offrendo nuovi servizi e soluzioni sempre più evolute", aggiunge Bassilichi. Il fatturato di 113 milioni di euro garantisce solidità alla società, che è inserita in un gruppo ancora più solido, il Gruppo Sesa, 3 miliardi di fatturato annui, guidato dall’ad Alessandro Fabbroni. Sono oltre 700 le persone che lavorano per Base Digitale, mentre 6 mila sono coloro che lavorano in Sesa.

Le unit operative si occupano di molti processi, come quello dedicato al business process outsourcing e business process management per istituti di credito, società di assicurazione e grandi imprese secondo criteri di riduzione dei costi, miglioramento di processo e incremento della qualità del servizio. Una seconda si occupa di supportare le imprese nel settore della digital transformation, fornendo consulenza informatica, assistenza tecnica, gestione dei processi di digitalizzazioni e smaterializzazione.

"Un tempo le banche stavano aperte circa 7 ore al giorno, ora tu puoi interagire dal tuo cellulare portatile con la banca 24 ore su 24, sette giorni alla settimana. Noi siamo coloro che consentono che tutto questo sia possibile e sia sicuro", aggiunge Leonardo Bassilichi. I servizi online delle banche sono il vero valore aggiunto di molti istituti di credito oggi, che sempre più vendono prodotti e servizi, come assicurazioni e molto altro. Il futuro, anche delle banche è sempre più legato alle app.