Giovedì 18 Aprile 2024

Da oltre 30 anni all’avanguardia nella ricerca: "L’alluminio rende le strutture più leggere"

L’ULTIMA in ordine di tempo significativa commessa acquisita da Omer sul fronte della componentistica e degli arredi interni per i...

Da oltre 30 anni all’avanguardia nella ricerca: "L’alluminio rende le strutture più leggere"

Da oltre 30 anni all’avanguardia nella ricerca: "L’alluminio rende le strutture più leggere"

L’ULTIMA in ordine di tempo significativa commessa acquisita da Omer sul fronte della componentistica e degli arredi interni per i mezzi di trasporto ferroviario è stata annunciata lo scorso metà gennaio. E riguarda la sottoscrizione con Hitachi Rail di un contratto per la fornitura di componenti di arredo e di carenature per 40 treni Frecciarossa ETR 1000 commissionati da Trenitalia. Si tratta di nuovi treni full Hitachi – ovvero realizzati esclusivamente da Hitachi Rail – destinati in via prioritaria alla rete italiana, seppur predisposti per correre sulle reti ad Alta Velocità europee. I nuovi convogli, che conservano le principali caratteristiche dei treni già in circolazione, presenteranno evoluzioni dal punto di vista del design degli interni. L’ETR 1000, inoltre, è particolarmente apprezzato anche per il contenuto impatto ambientale che garantisce, oltre a essere noto per le eccellenti prestazioni in termini di accelerazione e silenziosità e per le ridotte vibrazioni.

L’avvio delle forniture da parte di Omer è previsto a partire dal 2025, con una durata del contratto prevista fino al 2028. Il valore del contratto contribuirà al backlog (portafoglio ordini acquisiti) dell’azienda – pari a 130 milioni di euro al 30 giungo del 2023 - in una percentuale ricompresa in un range tra il 15 e il 20%. "Questo importante contratto – ha commentato Giuseppe Russello, presidente e ad di Omer annunciando la commessa - consolida il nostro pluriennale rapporto di collaborazione con il gruppo Hitachi Rail. Il treno ad alta velocità Frecciarossa ETR 1000 può sicuramente essere considerato il fiore all’occhiello dell’industria ferroviaria italiana. Su questa tipologia di veicolo riscontriamo una cresciuta attenzione del settore verso l’esperienza di viaggio ed il comfort del passeggero, nel rispetto dei requisiti di sicurezza e di attenzione per l’ambiente. Ed è proprio in tale direzione che Omer sviluppa, da oltre 30 anni, le proprie iniziative di investimento e di ricerca". Sempre con Hitachi Rail Omer, nell’ambito delle più recenti commesse acquisite dal gruppo siciliano, aveva sottoscritto a settembre del 2023 un contratto per la fornitura di componenti di arredo per 46 treni relativi alla metropolitana di Milano, linee M1, M2 e M3. I nuovi veicoli, costituiti da 6 carrozze in alluminio, contribuiranno a rinnovare ulteriormente la rete di trasporto pubblico, offrendo ai passeggeri mezzi più moderni, accessibili e confortevoli. La commessa affidata a Omer riguarda la realizzazione delle pareti trasversali e dei rivestimenti longitudinali del treno, compresi della seduta. Il valore del contratto, in questo caso, è pari al 5-10% del blacklog.

Un contratto che, aveva sottolineato sempre Giuseppe Russello, ha consentito a Omer di "rientrare nel mercato delle metropolitane italiane e di proporre i nostri interiors, prodotti realizzati sia in lega leggera che in materiale composito, già molto apprezzati su altre metropolitane di diverse città europee. Il costante impegno profuso nelle attività di studio e di sviluppo ingegneristico ci permette di proporre al mercato soluzioni innovative, funzionali e all’avanguardia che rispondono alle nuove esigenze di confort e sicurezza degli utilizzatori".

Achille Perego

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro