14 mar 2022

Atom punta su tecnici, progettisti e ingegneri

ATOM, con sede a Vigevano, è leader nei sistemi per il taglio di materiali flessibili e semirigidi, soprattutto per il settore calzaturiero e pelletteria. Lo sviluppo dell’azienda è accompagnato anche da un amento dei livelli occupazionali. A Luisa Gaia Cfo e responsabile HR di Atom abbiamo chiesto quante saranno le assunzioni previste entro il 2022 o il 2023? "Atom opera in un ambito molto specifico, quello dei sistemi da taglio, e in un settore come il nostro, altamente tecnologico e sempre attento all’innovazione, le risorse più giovani rappresentano un plus fondamentale. Oggi, nel nostro headquarter di Vigevano (PV), su 145 dipendenti il 30,34% è under 35: da inizio anno abbiamo assunto sette persone sotto i 35 anni e altri ingressi sono previsti a marzo. È sicuramente difficile fare previsioni a lungo termine, ma la volontà è quella di mantenere questo trend: crediamo fermamente che i giovani rappresentino il miglior investimento possibile per la nostra crescita".

Di quali figure avete bisogno?

"Siamo sempre alla ricerca di figure tecniche qualificate – progettisti e ingegneri meccanici soprattutto. Il lavoro di ricerca, sviluppo e progettazione delle macchine è una parte fondamentale del lavoro di Atom e non è sempre facile trovare candidati con le competenze tecniche necessarie da inserire in questo specifico ambito. Essere in contatto con il mondo dell’università e dell’alta formazione ci aiuta molto in questo senso. Ci fa poi piacere che il fatto di offrire uno sbocco professionale a questo tipo di profili altamente specializzati costituisca un valore non solo per l’azienda ma anche per il territorio – Atom è nata nel cuore del distretto meccano-calzaturiero di Vigevano(Pv), e qui si trova ancora oggi il nostro headquarter".

Per i dipendenti giovani sono previsti programmi di formazione interna?

"L’alta specializzazione del nostro comparto necessita di percorsi di formazione sul campo e personalizzati: le nuove risorse hanno la possibilità di crescere attraverso un training teorico e pratico molto specifico, in cui conta ancora moltissimo la dimensione del passaggio di consegne one to one. Inoltre, la rete internazionale in cui operiamo amplifica notevolmente le possibilità di crescita, permettendo di conoscere e confrontarsi con il mercato globale".

Su quali innovazioni tecnologiche si basa lo sviluppo dell’azienda?

"Atom ha una divisione interna di Ricerca e Sviluppo, che lavora dialogando con i clienti e cercando di trovare le risposte giuste alle diverse esigenze produttive: una sfida non semplice, visto che i nostri sistemi tagliano i materiali che servono per produrre scarpe e articoli di pelletteria, ma si utilizzano anche in molti altri settori – automotive, arredamento, guarnizioni, packaging, medicale, solo per fare qualche esempio. In tutti i casi, cerchiamo di offrire una soluzione su misura, che tenga conto delle specificità del settore e della singola produzione. In generale, l’automazione è l’asset strategico che ci permette di essere competitivi in tutto il mondo e di offrire soluzioni all’avanguardia per ottimizzare la produzione. Efficientare i processi – nel nostro caso specifico, quello del taglio dei materiali – significa ridurre i consumi e gli sprechi di materie prime, aspetti fondamentali nell’attuale scenario internazionale e funzionali a una visione sostenibile di impresa".

Vittorio Bellagamba

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?