AAA magazziniere cercasi. È la professione più richiesta

TUTTI IN RETE? Macchè. Magazziniere e operaio di produzione sono le professioni più richieste nel mercato del lavoro italiano. Il...

AAA magazziniere cercasi. È la professione più richiesta

AAA magazziniere cercasi. È la professione più richiesta

TUTTI IN RETE? Macchè. Magazziniere e operaio di produzione sono le professioni più richieste nel mercato del lavoro italiano. Il trionfo della old economy è certificato da InfoJobs.it, che nel suo Osservatorio annuale ha osservato una significativa evoluzione delle modalità con cui le aziende cercano nuove risorse. Anzitutto un maggior numero di ricerche proattive e più attenzione ai cv che i candidati caricano sulla piattaforma. L’Osservatorio, analizzando le quasi 340mila offerte di lavoro pubblicate su InfoJobs.it, ha anche illustrato la geografia degli annunci e le categorie professionali più richieste. Oltre a magazziniere ed operaio di produzione, nella top ten di InfoJobs ci sono anche addetto alle vendite, agente di commercio, specialista di back office, addetto alla pulizia camere, operatore di macchine cnc, addetto alla fatturazione e manutentore elettromeccanico e addetto all’imballaggio. Quest’ultima professione è l’unica new entry del 2023, a discapito dell’assistente amministrativo che scivola al dodicesimo posto. Da segnalare anche la performance del manutentore elettromeccanico, che passa dal quarto al decimo posto.

Operai, produzione, qualità (con il 29,5% del totale nazionale) si conferma la categoria professionale più ricercata, seguita da acquisti, logistica, magazzino (9,7%). Commercio al dettaglio, Gdo, retail (9,2%) sale al terzo posto superando amministrazione contabilità segreteria (8,3%) che scende al quarto posto. Chiude la top five, in linea con lo scorso anno, la categoria vendite (6%). Seguono tre categorie che hanno fatto registrare il maggior incremento di annunci rispetto al 2022: turismo e ristorazione (+1,3%), edilizia e immobiliare (+1,3%) e settore farmaceutico (+12,3%).

In generale, nel 2023 InfoJobs.it ha registrato un atteggiamento sempre più propenso alla ricerca mirata di candidati in database, tanto da notare oltre 200mila cv scaricati (+117,3% rispetto al 2022), azione propedeutica al contatto diretto. Un comportamento che consente alle aziende di analizzare il mercato e puntare sui profili in linea con le loro aspettative, per massimizzare le possibilità di trovare il talento giusto. Un trend che si sta affermando sempre più negli ultimi anni, grazie anche al continuo ampliamento del database di candidati di InfoJobs.it, che nel 2023 ha superato i 7 milioni di utenti iscritti.

In cima alla classifica delle regioni con maggior numero di offerte di lavoro, svetta ancora la Lombardia, che raccoglie il 31,3% del totale italiano. Confermati anche gli altri due gradini del podio per l’Emilia-Romagna (17,1%) e il Veneto (13,1%). Il Piemonte (9,2%) è stabile al quarto posto, mentre il Lazio è al quinto (6,3%). Segue la Toscana (6%), che stacca di quasi 4 punti percentuali Friuli-Venezia Giulia, Marche, Liguria e Campania. Infine, per quanto riguarda le province, Milano resta al vertice (11,5% del totale nazionale delle offerte di lavoro), mentre Roma torna al secondo posto (5,4%) superando Torino (al terzo posto con il 5% del totale nazionale). Poi Brescia e Bergamo (entrambe con il 4,3%) e Bologna (4,2%).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro