Apple consentirà ai produttori di app mobili di offrire ai clienti metodi di pagamento fuori dell’App Store. E’ una svolta radicale, che risponde a una serie di contenziosi con autorità e aziende sull’approccio di Apple (in foto l’ad Tim Cook) alla concorrenza e su un sistema di commissioni che genera miliardi. "Con questo accordo gli sviluppatori possono condividere offerte agli utenti fuori dal sistema operativo Ios" afferma il gruppo. Le app potranno inviare un’e-mail agli utenti per informarli che possono acquistare un abbonamento, ad esempio, tramite il loro sito web. In questo caso, l’editore non paga commissioni ad Apple.