L’Antitrust accende un faro su Google ed apre un’istruttoria per verificare se il colosso USA, nell’utilizzare i dati per l’advertising online, non crei ostacoli alla concorrenza. Secondo l’Authority italiana Google avrebbe infatti violato il Trattato sul Funzionamento dell’Ue per quanto riguarda l’utilizzo dei dati per l’elaborazione delle campagne pubblicitarie di display advertising, lo spazio che editori e proprietari di siti web mettono a disposizione per l’esposizione di contenuti pubblicitari.

"La pubblicità digitale aiuta le aziende a trovare clienti e supporta i siti web e i produttori di contenuti che le persone apprezzano. I cambiamenti oggetto dell’indagine sono in parte misure per proteggere la privacy delle persone e rispondere ai requisiti" della legge europea sulla privacy, è il commento di un portavoce del colosso Usa.