Expo Dubai, Padiglione Italia
Expo Dubai, Padiglione Italia

Roma, 1° settembre 2021 - A un mese dall’inizio di Expo 2020 Dubai si alza il sipario su eventi e contenuti del Padiglione Italia: con il claim "La Bellezza unisce le Persone" il nostro Paese, i suoi territori, le sue istituzioni, imprese e università portano un vasto e prestigioso programma di iniziative alla prima Esposizione Universale nel mondo arabo, il grande evento globale dopo la fase più acuta della pandemia che durerà sei mesi fino al 31 marzo 2022.

Interpretando il tema generale di Expo Dubai "Connettere le menti, generare il futuro", l’Italia contribuisce in modo decisivo al confronto tra i Paesi partecipanti su idee e progetti per il futuro: lo fa con il proprio Padiglione, disegnato da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria, con un percorso espositivo caratterizzato da installazioni dimostrative dell’innovazione e della sostenibilità e con centinaia di iniziative per le quali sono stati creati 10 diversi format.

L’Italia delle competenze per l’innovazione, la sostenibilità, la formazione salpa verso Expo 2020 Dubai con un programma di iniziative ed eventi internazionali dedicati alla capacità innata del nostro Paese di connettere popoli, culture, intelligenze attraverso bellezza, saper fare, creatività.

A Expo 2020 Dubai l’Italia promuoverà, con i 70 partner istituzionali, le 50 imprese sponsor, le 15 Regioni e le 30 Università aderenti, un vasto programma di forum multilaterali e dialoghi di alto livello che analizzeranno le sfide più pressanti dell’umanità e guarderanno al futuro indicando soluzioni per generare crescita, innovazione e collaborazione internazionale.

Dal clima allo spazio, dallo sviluppo urbano alla promozione del dialogo interculturale, fino alle sfide dell’innovazione e della digitalizzazione nella salute, nell'agricoltura e nella blue economy, il Programma dei forum multilaterali riunirà attorno a questi temi cruciali policy-maker di alto livello, esperti internazionali, giovani studenti, rappresentati del mondo business per evidenziare il contributo dell’Italia allo sviluppo di nuovi modelli collaborativi sui grandi temi dell’Agenda 2030 dell’ONU.

Il vastissimo programma delle iniziative istituzionali e di approfondimento intende dare massima eco alle ambizioni e prospettive del nostro Paese nel quadro del Green Deal europeo, del Next Generation EU e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Ampio spazio sarà dato alla programmazione business attraverso numerosi eventi di approfondimento e di networking volti a promuovere la diffusione del “Made with Italy” su scala globale e rilanciare l’attrazione di investimenti diretti esteri per le nostre imprese e flussi turistici per le Regioni e i territori d’Italia.

L’Italia sarà inoltre protagonista assoluta del “Programme for People & Planet”, il Palinsesto di iniziative istituzionali di alto livello promosso da Expo 2020 Dubai, co-organizzando con Expo 2020 Dubai e gli altri Paesi partecipanti iniziative multilaterali dedicate ai cambiamenti climatici e alla resilienza degli ecosistemi montani, all’osservazione della Terra dallo spazio, alle nuove sfide per l’istruzione e la formazione, al dialogo interreligioso e interculturale, alla parità di genere, al futuro dell’alimentazione e ai processi più innovativi applicati alle filiere dell’agroalimentare.

Venezia al centro della settimana inaugurale

La prima delle settimane tematiche di Expo Dubai è incentrata su "Cambiamento climatico e Biodiversità": presso il Padiglione Italia il tema sarà sviluppato con molte iniziative dedicate a Venezia quale laboratorio locale e modello internazionale per il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici e la promozione di processi innovativi di transizione ambientale, innovazione culturale e sociale. Nella giornata del 3 ottobre uno dei due forum riguardanti la città lagunare lancerà sulla piattaforma globale di Expo 2020 Dubai la candidatura di Venezia a capitale mondiale della sostenibilità.

Nel quadro del corridoio diplomatico che lega Expo Dubai, COP26 e presidenza italiana del G20, nella prima settimana del semestre il Padiglione Italia promuoverà iniziative multilaterali dedicate al legame tra clima e transizione energetica, allo sviluppo di modelli di economia circolare a tutela della biodiversità degli ecosistemi, facendo il punto sui risultati degli eventi pre-COP26 di Milano e volgendo lo sguardo alla COP26 di Glasgow.

Un’Italia da Oscar

Le bellezze artistiche e paesaggistiche delle 15 Regioni partecipanti e le eccellenze del Saper Fare degli artigiani e delle aziende manifatturiere che il mondo identifica con il Made in Italy vengono celebrate dal regista Gabriele Salvatores con un progetto nato da un’idea del Direttore Artistico del Padiglione Italia Davide Rampello: oggi viene diffuso il trailer del film, frutto delle riprese realizzate nei mesi scorsi dal Premio Oscar con Indiana Productions, che dal primo di ottobre sarà al centro del percorso espositivo del Padiglione Italia.

La App del Padiglione Italia

Lo stesso percorso all'interno del Padiglione si può compiere anche grazie alla nuova App creata appositamente per orientare la visitor experience virtuale e in presenza. Grazie alla app si può avere già - oltre a una serie di informazioni pratiche essenziali e la possibilità di prenotare la visita al Padiglione - anche una prima visione dei principali eventi che l'Italia ha organizzato per i sei mesi all'esposizione.

I grandi nomi della cultura e dello spettacolo

Tanti gli appuntamenti di cultura e spettacolo che il Padiglione Italia nel corso del semestre ha organizzato o co-organizzato e che vedranno alcuni dei grandi nomi della musica, del teatro, dell’arte, della danza esibirsi a Expo Dubai. Il Padiglione rende oggi nota, tra gli altri, la partecipazione di Roberto Bolle, Riccardo Muti con l’Orchestra Cherubini, Paolo Fresu, L’Orchestra di Piazza Vittorio, “100 Cellos” con Giovanni Sollima & Enrico Melozzi, Nicola Piovani e Tosca. Questi eventi sono stati promossi e sostenuti dal Ministero degli Affari Esteri, attraverso l’Ambasciata Italiana e l’Istituto Italiano di Cultura ad Abu Dhabi.

A Expo Dubai si esibirà anche Francesco De Gregori e si terrà una rassegna sul Teatro di Figura e di Animazione, progetto realizzato con il contributo ed il sostegno del Ministero della Cultura - Direzione generale Spettacolo.

Expo Dubai sarà una vetrina internazionale anche per il Sistema delle Orchestre Nazionali dei Conservatori Italiani che si esibiranno in concerto in più occasioni durante il semestre: un progetto voluto e sostenuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca, con l’obiettivo di promuovere il sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale italiana. Infine, in occasione del National Day dell’Italia del 24 novembre si esibirà l’orchestra dell’Accademia alla Scala.