Ha un fatturato di oltre 2,2 milioni che, tra il 2017 e il 2019, è aumentato del 6,7% e nel 2020 è cresciuto addirittura del 30% nonostante la pandemia. È questo il biglietto da visita di Esosphera, azienda trevigiana nata nel 2014 che si occupa di intelligenza artificiale (AI) per la conversazione.

"Siamo cresciuti grazie alle nuove soluzioni che abbiamo sviluppato in risposta al contesto emergenziale ma soprattutto perché lavoriamo fianco a fianco con i nostri clienti", dice Francesco Rienzi, socio di Esosphera che nell’azienda ricopre la carica di Marketing & Sales manager. L’impresa trevigiana ha infatti implementato l’utilizzo di nuove applicazioni per favorire l’uso dei suoi prodotti e servizi e ha migliorato la comunicazione e le attività di marketing di prodotto, con un maggiore utilizzo del sito, dei canali social e ha usato le tecnologie per gestire in maniera più efficace i rapporti con clienti, i fornitori, i dipendenti e i collaboratori.

I risultati si sono visti anche se ora ci sono nuovi obiettivi all’orizzonte: l’espansione all’estero e l’offerta di soluzioni a un settore, quello dell’healthcare (la salute) che ha mostrato negli ultimi mesi tutta la sua importanza.