Negli ultimi dieci anni i contratti a tempo determinato sono aumentati di oltre 800mila unità registrando un’impennata del +36,3%, mentre l’occupazione totale è salita solo dell’1,4%. È uno degli aspetti che emerge dal Rapporto 2021 dell’Inapp, Istituto nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche, presentato ieri a Montecitorio.

Il rapporto evidenzia anche le sfide della Pubblica amministrazione con la riduzione progressiva e costante del numero di dipendenti negli ultimi 20 anni (circa 350mila unità, pari al 10% dell’organico, di cui 212mila nell’ultimo decennio). Alla riduzione di personale ha fatto da contrappunto il crescente invecchiamento: età media 50,7 anni (44 anni nel 2003) e una quota di under 30 pari ad appena il 3% del totale, sei volte in meno degli over 60 (18%).