Operatore di Borsa (Ansa)
Operatore di Borsa (Ansa)

Milano, 2 agosto 2019 - Le Borse europee vengono travolte dalla nuova guerra dei dazi e chiudono in profondo rosso sulla scia di Wall Street che perde oltre l'1%. Donald Trump ha infatti annunciato nuove tariffe sulle importazioni dalla Cina: Washington ha tassato al 10% altri prodotti cinesi per un valore di 300 miliardi di dollari dal primo settembre. A Londra L'Ftse 100 arretra del 2,34% a 7.407,06 punti. A Francoforte il Dax scende del 3,11% a 11.872,44 punti e a Parigi il Cac 40 cede il 3,57% a 5.359 punti. A Milano l'Ftse Mib segna -2,41% dell'indice Ftse Mib, a 21.046 punti.

Intanto lo Spread tra i rendimenti di Btp e Bund decennali è tornato a superare quota 200 punti base, per attestarsi in area 204 punti base dopo aver toccato livelli più alti.

Piazza Affari

A Milano a subire i maggiori effetti dello scontro commerciale fra Stati Uniti e Cina è il tecnologico Stm insieme all'automotive con Cnh, all'indomani dei conti, Fca, Ferrari che ha diffuso oggi la semestrale ed Exor. Su Pirelli pesa anche il taglio degli obiettivi comunicato alla vigilia dal gruppo di pneumatici. Appena tre i titoli che hanno chiuso in positivo. Tra questi ha brillato in netta controtendenza A2A, con un +1,4% a 1,6060 euro nel giorno della diffusione dei conti del primo semestre 2019.