Operatore di Borsa (Ansa)
Operatore di Borsa (Ansa)

Milano, 23 aprile 2019 - Dopo quattro giorni di chiusura della Borsa ItalianaMilano (apertura di oggi a -0,03% a 21.950 punti) parte in lieve flessione, con l'indice Ftse Mib di Piazza Affari che chiude in rosso a -0,27% a quota 21.896 punti, dopo una giornata passata in calo. A pesare sulla Borsa di Milano anche il pagamento dei divididenti di alcune fra le principali società quotate. Sale a 265 punti (chiusura di giovedì a 256) lo spread tra Btp e bund tedeschi, con il rendimento del decennale al 2,69%. Recuperano le altre Borse europee, sulla scia dell'andamento di Wall Street (Dow Jones +0,28%; Nasdaq +0,62%; S&P 500 +0,20%): Parigi +0,28%, Francoforte +0,16%, Londra +0,82%. In rosso Madrid a -0,56%. 

Piazza Affari, chi sale e chi scende

Sul paniere principale spicca l'andamento dei petroliferi con la presa di posizione degli Stati Uniti sul greggio iraniano, che spinge i prezzi ai massimi da novembre: Eni sale del 2,76%, Saipem del 3,11%, Tenaris del 3,45%. Contrastato il settore finanziario: fra le banche è in difficoltà Unicredit (-2,84%), su cui pesano i realizzi dopo le buone performance dell'ultimo periodo e le incertezze dei mercati sul settore in Germania con lo stallo nei negoziati fra Commerzbank e Deutsche Bank, oltre allo stacco cedola. Il pagamento del dividendo pesa anche su Fca (-4,18%), che sta richiamando oltre 300 mila vetture in Nord America per un problema al cambio. Pesanti vendite anche sul titolo Juventus (-5,89%): la vittoria del Campionato non basta a compensare l'esclusione dalla Champions League.

Dati Eurostat sul debito pubblico

Il debito italiano nel 2018 è salito al 132,2% del Pil, dal 131,4% del 2017. Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017. Lo comunica Eurostat nella sua prima notifica dei dati definitivi del 2018. Il debito italiano resta il secondo più elevato dell'Ue dopo la Grecia (181,1%). Le ultime previsioni economiche Ue, pubblicate a novembre scorso, davano il debito italiano 2018 a 131,1%, e il deficit a 1,9%.

Le Borse asiatiche

La Borsa di Hong Kong chiude piatta, con gli investitori che esitano in vista dei risultati societari chiave attesi questa settimana. L'indice Hang Seng è calato di 0,02 punti, a 29.963,24 punti. Nella Cina continentale, l'indice composito di Shanghai ha perso lo 0,51%, ovvero 16,45 punti, per chiudere a 3.198,59 punti. Il listino di Shenzhen ha chiuso in flessione dell'1,32%, o 23,05 punti in meno, a 1.728,86 punti.