di Achille Perego

Il Superbonus al 110% ha visto scendere in campo, oltre al mondo dell’edilizia, anche quello finanziario, con banche e assicurazioni pronte a proporre ai clienti che vogliono utilizzare questo maxi sconto fiscale per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli edifici, una serie di servizi a partire dalla cessione del credito d’imposta. Importanti e innovative, per consentire alle famiglie di intercettare i benefici del Superbonus, sono in particolare le soluzioni proposte – e già in vigore – da Banca Generali.

La Banca Private guidata da Gian Maria Mossa, ampliando la sua offerta di servizi di consulenza sulla componente non finanziaria del patrimonio, ha infatti messo a disposizione della propria clientela affluent e private una soluzione ‘all inclusive’ che consente ai proprietari di immobili di ottenere i vantaggi fiscali del Superbonus sollevandoli al tempo stesso dagli oneri burocratici connessi. "Il mattone rappresenta la componente principale del risparmio delle famiglie italiane ma negli ultimi anni ha subito una crisi che ora rischia di essere aggravata dalle conseguenze economiche scatenate dalla pandemia. In questo senso, il Superbonus 110% può trasformarsi in una grande occasione per rilanciare il valore degli immobili", spiega Andrea Ragaini (nella foto), vice direttore generale di Banca Generali. "Con la nostra soluzione – aggiunge –– vogliamo mettere a disposizione della nostra rete di private banker e wealth advisor uno strumento utile per aiutare le famiglie ad intercettare gli interessanti vantaggi fiscali introdotti dal Decreto sollevandole dagli oneri burocratici e amministrativi dell’iter per la rivalutazione del patrimonio immobiliare privato e non".

La proposta di Banca Generali viene infatti erogata grazie a una esclusiva partnership con Gabetti Lab che, attraverso un servizio suddiviso in diversi step operativi coordinati dallo stesso interlocutore, finalizza il processo di riqualificazione ed efficientamento energetico dell’immobile. Il risultato più immediato per il cliente-proprietario è quello di liberarsi di una serie di attività che portano via molto tempo e spesso sono di difficile gestione per un non addetto ai lavori. L’esperto incaricato dalla Banca Private guida per conto del cliente tutti gli aspetti più delicati: dallo studio di fattibilità alla richiesta di certificazione del progetto, dalle forme contrattuali fino alla supervisione dei lavori. Il tutto garantendo comunque al cliente la libertà di scelta su materiali, direzione lavori ed eventuali imprese a lui gradite. Il tutto senza anticipare costi ma beneficiando del Superbonus. Una idea innovativa che, non a caso, sta ricevendo un ampio riscontro dalla clientela di Banca Generali.

"Il vantaggio di questo tipo di soluzione – spiega ancora Ragaini – è duplice per il cliente: da un lato si libera degli oneri di un processo che spesso risulta burocraticamente gravoso per lui, dall’altro si ritrova un immobile completamente rinnovato che può magari mettere a reddito. Tra l’altro queste soluzioni hanno anche il beneficio indiretto di mettere in moto l’economia reale, attivando tante imprese del settore edilizio che possono cogliere l’occasione".

La soluzione All Inclusive per una gestione ‘end to end’ di tutte le operazioni rientranti nel perimetro del Superbonus al 110% si aggiunge alla ‘Soluzione Credito Dedicato’, sempre proposta da Banca Generali. In questo caso, chi ha già individuato progettisti e imprese di fiducia per l’esecuzione dei lavori, può godere dell’apertura di uno scoperto di conto corrente per fornire la liquidità necessaria in tutte le fasi di avanzamento dei lavori e cedere il credito d’imposta a Banca Generali che lo acquista al prezzo di 102 euro (contro 110), uno dei pricing più competitivi sul mercato.