Leo: “Le aliquote Irpef danneggiano il ceto medio. Il Governo le vuole ridurre”. Ecco come

Il viceministro all’Economia ha confermato la volontà di proseguire nella modifica degli scaglioni della tassazione. Dove si pensa di trovare le risorse

Roma, 29 gennaio 2024 – Il Governo vuole ridurre ulteriormente la aliquote Irpef. Non è una novità. E senza arrivare alla Flat-tax (desiderio soprattutto della Lega) con un’aliquota unica per tutti nei prossimi anni, l’esecutivo guidato da Giorgia Meloni, tenterà comunque di “semplificare” gli scaglioni. A confermarlo nelle ultime ore è stato il viceministro Maurizio Leo.

Il viceministro Maurizio Leo
Il viceministro Maurizio Leo

Le parole del viceministro

“Per gli anni prossimi sicuramente il nostro impegno sarà di riconfermare la riduzione delle aliquote”. Così il viceministro dell'Economia Maurizio Leo al Forum nazionale dei commercialisti ed esperti contabili. “Nel momento in cui in un rapporto molto più trasparente e collaborativo con il mondo delle imprese e delle partite Iva, si alzeranno i redditi che dichiarano, è nostro fermo impegno dire che dobbiamo abbassare le aliquote. Lo abbiamo fatto nel 2024, lo si dovrà fare anche nel 2025. Tenendo conto anche che il meccanismo attuale a 3 aliquote penalizza le classi medie: quindi vogliamo abbassare la tassazione per le classi medie”.

Ma da dove si prenderanno le risorse?

L'emersione della base imponibile con l'attivazione del concordato preventivo biennale libererà risorse in favore di un'ulteriore riduzione delle aliquote Irpef”. Lo ha indicato il viceministro all'Economia Maurizio Leo in conferenza stampa dopo il Cdm che ha approvato il decreto legislativo sull'accertamento con le norme sul concordato preventivo biennale. Le risorse in arrivo dal concordato preventivo "serviranno per completare le fasi successive della riforma", ha detto, aggiungendo che l'obiettivo è "attraverso l'emersione di questa materia imponibile di incidere ulteriormente sulla riduzione delle aliquote Irpef"

Le nuove aliquote Irper

Per il 2024 il Governo meloni ha abbassato il numero delle aliquote Irpef passando da 4 a 3. Le nuove aliquote sono:

  • 23% fino a 28.000 euro
  • 35% da 28.000 euro fino a 50.000 euro
  • 43% oltre 50.000 euro
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro