Chi era Ugo Intini, portavoce del Psi di Craxi

Giornalista e politico, è stato diretto del giornale Avanti!. In politica è stato deputato per 4 legislature

Ugo intini
Ugo intini

Roma, 13 febbraio 2024 - Il mondo della politica piange Ugo Intini, morto ieri sera a Milano all'età di 82 anni, dopo una lunga malattia. Lo storico esponente del partito Socialista lascia la moglie Carla e il figlio Carlo.

Nato a Milano il 30 giugno 1941, Ugo Intini è stato un politico e giornalista italiano, profondamente legato al PSI, in seguito dirigente nazionale dei Socialisti Democratici Italiani, confluiti nel rinato Partito Socialista Italiano del 2007.

Intini è stato a lungo direttore del giornale socialista Avanti!, de Il Lavoro di Genova. In politica è stato deputato per quattro legislature.

E' stato sottosegretario agli Esteri nel secondo Governo Amato (2000-2001) e nel secondo Governo Prodi (2006-2008).

Come giornalista e socialista Intini ha raccontato pagine importanti della storia del nostro Paese. Nella segreteria del Psi negli anni '80 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'informazione, di portavoce del Psi, rappresentante del partito all'Internazionale Socialista, affianco a Bettino Craxi.

Anche negli anni duri del dopo tangentopoli, Ugo Intini non ha mai abbandonato il Psi, offrendo il suo contributo per un difficile percorso di riaffermazione riformista. Ci lascia una nutrita produzione letteraria, in cui ha approfondito i contorni di un Paese in continua trasformazione. L'ultimo libro, "Testimoni di un secolo" è del 2022. Il Psi, nel ricordo di Ugo Intini, esporrà in segno di lutto la bandiera a mezz'asta nella sede della direzione del partito a Roma.