Maura Viceconte, suicidatasi un anno fa (Ansa)
Maura Viceconte, suicidatasi un anno fa (Ansa)

Teramo, 14 febbraio 2020 - Una tragedia immensa. A distanza di un anno Simona Viceconte, 45 anni, si è suicidata come aveva fatto un anno fa (10 febbraio 2019) la sorella Maura Viceconte, ex campionessa di maratona. Una morte sulla quale forse potrà far luce il biglietto che la donna ha lasciato alle due figlie minorenni. 

La donna, originaria della Valsusa, madre appunto di due figlie piccole, è  stata trovata morta giovedì da una vicina nella tromba delle scale. Scattato l'allarme sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno rinvenuto il cadavere con un foulard stretto al collo, di qui l'ipotesi più accreditata del suicidio. In ogni caso la procura di Teramo ha disposto l'autopsia per fugare ogni dubbio.

Simona si era trasferita a Teramo dal Piemonte per seguire il marito, direttore di banca. Come abbiamo detto, la sua morte porta altro dolore in una famiglia già duramente segnata: un anno fa, il 10 febbraio del 2019, la sorella, Maura Viceconte, si era tolta la vita a 51 anni nel cortile di casa in provincia di Torino.

La Procura apre un'inchiesta

Istigazione al suicidio è l'ipotesi di reato con cui il sostituto procuratore Enrica Medori ha aperto un fascicolo giudiziario e disposto l'autopsia sulla salma di Simona. È presumibile che il magistrato che indaga sul caso, nel disporre un atto irripetibile, voglia individuare attraverso il lavoro peritale, eventuali elementi fisici o clinici che possano aver indotto la donna a togliersi la vita. Così come importante potrebbe risultare l'eventuale individuazione di patologie maligne, altro elemento che accomunerebbe le due sorelle nella tragica decisione di togliersi la vita. L'esame autoptico sarà affidato ed eseguito probabilmente domani. Il lavoro degli investigatori ha portato a rinvenire un biglietto di commiato, indirizzato alle due figlie minorenni dalla donna. Il corpo ormai senza vita è stato ritrovato, nel primo pomeriggio di ieri, nel sottoscala del condominio: la vittima si è impiccata con un foulard stretto alla ringhiera della scalinata.

Maura Viceconte è stata un nome importante nello sport: campionessa internazionale dell'atletica leggera, una maratoneta e mezzofondista, detiene tuttora il  record italiano sui 10mila metri. Conquistò il bronzo europeo nel 1998 a Budapest e gareggiò alle Olimpiadi di Sydney 2000.

Un anno fa il suicidio aveva destato grande emozione e stupore visto che Maura Viceconte aveva sconfitto un male insidioso e la sua brillante carriera sportiva le era valso anche un film-documentario. Un sofferenza per Simona che forse non si è mai rimarginata fino al tragico gesto di ieri.