Simon Gautier (Ansa)
Simon Gautier (Ansa)

Policastro, 18 agosto 2019 - E' stato trovato morto Simon Gautier, lo studente francese di 27 anni disperso in Cilento da 10 giorni. Il corpo dell'escursionista è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in fondo a un burrone, in una zona di Belvedere di Ciolandrea, nel comune di San Giovanni a Piro, in provincia di Salerno. 

Aggiornamento 19 agosto: inchiesta sui soccorsi

Le ricerche erano arrivate a una svolta dopo che alcuni testimoni avevano raccontato di aver visto il giovane in una spiaggia prima della telefonata al 118. Così il raggio delle indagini, prima molto ampio, è stato circoscritto. Simon il 9 agosto aveva chiamato il 118 chiedendo aiuto: era caduto in un dirupo e si era fratturato entrambe le gambe. Ma i soccorritori non sono riusciti a localizzarlo fino ad oggi.

Simon viveva da due anni a Roma, dove stava preparando una tesi in storia dell'arte. Lo scorso 8 agosto era arrivato a Policastro per una gita. Il giorno dopo l'incidente fra i sentieri impervi del Cilento. Familiari e amici hanno sperato fino all'ultimo: mercoledì scorso erano arrivati in Italia per seguire le ricerche da vicino: molti gli appelli lanciati perché il caso trovasse spazio tra i media e perché le autorità italiane mobilitassero maggiori risorse.

LA RABBIA DEGLI AMICI - La comunità cilentana si è stretta intorno alla famiglia: oggi Scario, frazione Marina di San Giovanni a Piro, ha ospita un momento di preghiera. Poi però la drammatica notizia. Ora restano dolore e rabbia. "Sono stati compiuti errori fin dall'inizio, da quando è partita la macchina dei soccorsi - dicono alcuni amici all'Ansa -. Si poteva e si doveva fare di più e, soprattutto, quello che è stato fatto negli ultimi giorni bisognava farlo fin dal 9 agosto". 

Il luogo dove è stato trovato il turista francese