Giovedì 30 Maggio 2024

G7 a Torino, scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Idranti per disperdere i gruppi dei centri sociali

Gli agenti a protezione dei luoghi dove sono ospitati i ministri e le delegazioni del G7 in corso Venaria. La Digos ha identificato 50 persone

Torino, 29 aprile 2024 - Scontri a Torino tra i manifestanti anti G7 e le forze dell'ordine. Gli agenti sono dovuti ricorrere agli idranti per disperdere gruppetti di manifestanti che lanciavano fumogeni e uova, colpendo gli agenti con aste di bandiere per sfondare il blocco in corso San Maurizio per raggiungere i luoghi dove sono ospitati i ministri e le delegazioni del G7 in corso a Venaria.

G7 a Torino, antagonisti armati di bastoni, la polizia usa lacrimogeni
G7 a Torino, antagonisti armati di bastoni, la polizia usa lacrimogeni

Scontri anche in via Santa Giulia, dove si era spostato il corteo fatto allontanare da via Po con lo striscione 'Contro il G7 di guerre e devastazione. Fuori i ministri e zone rosse da Torino'. Militanti del centro sociale Askatasuna e di collettivi studenteschi, circa 150, hanno colpito con aste e bastoni uomini e mezzi della polizia, e sono stati respinti con l'uso di lacrimogeni.

Dopo la carica di alleggerimento in via Verdi i manifestanti si sono spostati di fronte a Palazzo Nuovo, a Torino, e la situazione è tornata tranquilla. Cinquanta gli identificati della Digos, tra cui secondo gli investigatori ci sarebbero anche i militanti e i vertici del centro sociale Askatasuna. Pronte denunce per danneggiamento, violenza a pubblico ufficiale aggravata e danneggiamento e lancio di oggetti.