Ritrovare "la coesione sociale per riprendere la via dello sviluppo" di un paese che, colpito duramente da una pandemia ancora in corso, ha le capacità di rimettersi in piedi e crescere più del previsto, facendo leva sulle risorse del Recovery Plan che saranno però insufficienti senza quelle riforme a lungo rimandate. Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco (foto) lancia al convegno Assiom Forex degli operatori finanziari un messaggio di speranza, ma anche un appello alla responsabilità e a cogliere un’occasione cruciale. Senza citare mai il presidente incaricato Mario Draghi, cui lo lega la passata esperienza al Mit, in Banca d’Italia e la battaglia comune in Bce per varare le misure straordinarie, Visco sottolinea però gli effetti immediati sui mercati e sullo spread (sceso ai minimi dal 2016) con un effetto in prospettiva anche maggiore. "Una ritrovata fiducia nella qualità delle politiche e nelle prospettive dell’economia potrebbe consentire l’ulteriore riduzione" del differenziale BtpBund, argomento Visco.