La guerra civile fu combattuta tra il 1861

e il 1865 tra gli Stati Uniti, (il Nord) e gli Stati confederati (il Sud secessionista dall’Unione) Nelle elezioni presidenziali

del 1860 i repubblicani

di Abramo Lincoln (il primo presidente repubblicano negli Usa) sostennero l’abolizione della schiavitù. Tredici Stati, nel febbraio 1861, si separarono e dettero vita alla Confederazione.

Si scontravano due modelli economici: protezionisti nel Nord industriale e liberisti nel Sud, caratterizzato dalla coltivazione del cotone. La guerra si concluse

con la vittoria dell’Unione guidati da Ulysses Simpson Grant, i sudisti da Robert Edward Lee (immagine in basso)

Fu una vera guerra industriale con impiego di ferrovie, telegrafo, navi a vapore e armi prodotte in serie. Caddero 750mila soldati e un numero imprecisato di civili. La guerra causò la morte del 10% dei maschi degli Stati del nord tra i 20 e i 45 anni e il 30% dei maschi del sud tra i 18 e i 40