Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 feb 2022

Rischiamo di ritrovarceli al Quirinale

11 feb 2022
giorgio
Cronaca

Giorgio

Comaschi

Ma perché no? Lo dice anche qualcuno di loro, come Bassetti: "Ma perché no?". In fondo la gente deve mettersi in testa che con la pandemia è nata una nuova figura di riferimento, a livello di immagine, di voce televisiva, di "influencer" della sanità: il virologo. Allora, scusate. Ma perché non potrebbe entrare in politica? Il passaggio è più breve di quanto si pensi. Se mi devo contraddire sul virus (non elenchiamo casi sennò ci vogliono due pagine) perché non potrei entrare in un campo dove contraddirsi è pane quotidiano? Strano che ci pensino anche. Bassetti ci riflette, Crisanti si chiama fuori, Pregliasco non si nega.

Ma certo. È giusto. Hanno dimostrato che in tv ci sanno stare e che quando li invitano ci vanno di corsa. Bastano tre dosi, cioè tre trasmissioni come ospite, e sei già col Super Green pass illimitato per l’ospitata a vita. Non ci saranno più il politico e il virologo, ma probabilmente nasceranno figure di "polirologi" e di "virolitici", la fusione è praticamente scontata, quasi naturale.

Del resto se ci fate caso che differenza c’è nel modo di parlare, di litigare, di non essere d’accordo, di prendere su e andar via, fra un politico e un virologo? Nessuna. Quindi non ci si deve scandalizzare se avverrà la mutazione, la famosa "variante poliviromicron". E fra sette anni? Prossimo presidente della Repubblica? Attenzione ai virologi. Il fenomeno è esponenziale. Ma chi? Sicuramente non Crisanti. Si è chiamato fuori. Per ora.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?