Bologna, 10 gennaio 2015 - IL 2015 sarà l’anno dell’istruzione e dell’università. Lo dice il presidente del consiglio Matteo Renzi davanti al mondo accademico dell’Alma Mater riunito in Santa Lucia (FOTO). “Il mondo – spiega Renzi che prende la parola dopo il discorso del rettore Ivano Dionigi - si presenta meglio di quello che è. Noi, università italiana, abbiamo qualità straordinarie che non riusciamo a mostrare per colpa di un sistema burocratico e normativo che non riesce a valorizzare le eccellenza. Senza entrare nei singoli provvedimenti, sarà 2015 costituente per le università italiane. Si deve avere il coraggio di puntare sulla ricerca. In questo dibattito il Governo non fa la parte di chi ha una idea e la impone, ma al contrario vuole essere capace di ascoltare". 

"Non voglio farla facile - ha aggiunto-  ma questo è un Paese in cui tutto è possibile, è la caratteristica che l'Italia ha sempre avuto. E chi oggi dice 'è finita e non ce la faremo mai', non sta negando a voi il diritto al futuro: sta negando a se stesso il diritto alla realtà. Si può provare a cambiare le cose. E noi ci proveremo".

Commosso al termine della cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico il rettore Dionigi. Che lancia una proposta: "Prevedere nella laurea di primo livello un'innovazione  radicale" togliendo come accade in molti paesi d'Europa "la tassazione universitaria". Al termine Renzi ha incontrato il sindaco di San Lazzaro Isabella Conti.