Mercoledì 29 Maggio 2024

Studentessa uccisa e messa in una valigia: donna condannata a 17 anni, assolto il compagno

E' questo l'esito del processo con rito abbreviato a carico dei due fidanzati indiani accusati di aver ucciso la studentessa e stilista iraniana Mahtab Ahadsavoji, il cui cadavere, trasportato in una valigia da Milano prima a Lecco e poi a Venezia, è stato gettato poi nella laguna ed è stato trovato il 28 gennaio 2014

Mahtab Savoji, ragazza iraniana di 29 anni uccisa da una ragazza indiana

Mahtab Savoji, ragazza iraniana di 29 anni uccisa da una ragazza indiana

Milano, 9 gennaio 2015 - Studentessa iraniana uccisa e gettata nella Laguna di Venezia dentro una valigia: oggi è arrivata la sentenza. Il giudice ha stabilito la condanna a 17 anni di reclusione per la donna, Gagandeep Kaur e l'assoluzione dall'accusa di omicidio per l'uomo, Rajeshewar Singh. E' questo l'esito del processo con rito abbreviato a carico dei due fidanzati indiani accusati di aver ucciso la studentessa e stilista iraniana Mahtab Ahadsavoji, il cui cadavere, trasportato in una valigia da Milano prima a Lecco e poi a Venezia, è stato gettato poi nella laguna ed è stato trovato il 28 gennaio 2014.

Il giudice ha accolto solo in parte la tesi dell'accusa che aveva chiesto la condanna a 30 anni per entrambi. In particolare, il giudice ha assolto l'uomo dal reato di omicidio per la vecchia insufficienza di prove e lo ha condannato per occultamento di cadavere a un anno e 8 mesi. Disposta l'immediata scarcerazione per Singh, dal momento che il reato di occultamento di cadavere non prevede la custodia cautelare in carcere. Per la fidanzata, accusata di omicidio e di occultamento di cadavere, il giudice non ha riconosciuto l'aggravante dei motivi abietti e futili, ritenendo che si sia trattato di un delitto d'impeto.