Sta tutto nell’abbraccio di due poliziotte disperate la tragedia avvenuta in una scuola di Devonport, cittadina portuale della Tasmania, in Australia: nemmeno loro erano preparate per una scena simile. La festa di fine anno scolastico si è chiusa con cinque bambini morti e altri quattro ricoverati in ospedale. Sollevato in aria da una raffica di vento, un castello gonfiabile è precipitato da una decina di metri e si è schiantato al suolo. Molti genitori, presi dall’angoscia, sono arrivati sul posto senza sapere se i propri figli fossero tra le vittime. Giochi, risate, spensieratezza: doveva essere una giornata di allegria per i bambini che frequentano la Hillcrest Primary School. "Invece stiamo tutti piangendo la loro perdita", ha detto il commissario di polizia Darren Hine. Le previsioni meteo riferivano di "venti deboli" e cielo soleggiato in quest’inizio di estate australe sulla costa Nord della Tasmania. Tutto è avvenuto in pochi secondi. La raffica di vento che proietta in aria il gonfiabile colorato, le urla dei piccoli terrorizzati, lo shock e il senso di impotenza degli insegnanti che erano con loro.