Dipende dall’area di rischio in cui ci si trova e dal periodo. In zona arancione è sempre consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, nei limiti di due persone (esclusi minori di 14 anni, disabili o non autosufficienti conviventi) in più rispetto a quelle che già vivono lì.

Il coprifuoco (che va dalle 22 alle 5) deve essere rispettato: se siete andati a trovare amici e parenti e venite pizzicati per strada dopo le 22 rischiate la multa, anche se state rientrando a casa.

In zona rossa le visite a parenti e amici sono vietate. Ma il governo ha previsto una deroga per Pasqua, quando tutta Italia sarà zona rossa. Dal 3 al 5 aprile, in ambito regionale, ci si potrà spostare verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, nei limiti di due persone ulteriori (esclusi minori di 14 anni, disabili o persone non autosufficienti conviventi) rispetto a quelle che già vivono lì.