Sequestro in tutta Italia di oltre 60 milioni di mascherine pericolose per la salute. I militari della Guardia di finanza di Gorizia stanno bloccando dispositivi di protezione individuale in uso al personale medico, infermieristico e sanitario delle aziende sanitarie locali perché non conformi alle normative vigenti. Quel che è finito sotto sequestro - si spiega in una nota - rappresenta la rimanente parte di quei lotti di mascherine risultate del tutto carenti dei requisiti necessari per essere considerati "Dispositivi di Protezione". Le analisi di laboratorio che precedettero i primi sequestri evidenziarono, infatti, che il coefficiente di penetrazione di questi dispositivi è decisamente superiore agli standard previsti.