Venerdì 21 Giugno 2024

Il Papa celebra la Domenica delle Palme: “Anch’io ho bisogno che Gesù mi accarezzi”

Sessantamila i fedeli in piazza San Pietro. Il Santo Padre ha ripreso il corso normale delle celebrazioni pasquali dopo 4 giorni di ricovero. “Oggi ci sono tanti Cristi abbandonati”

Città del Vaticano, 2 aprile 2023 – Sono 60mila, secondo la sala stampa della Santa Sede, i fedeli presenti in tutta l'area di piazza San Pietro, per la celebrazione della Domenica delle Palme, che di fatto apre i riti della Settimana Santa, presieduta da Papa Francesco, dopo quattro giorni di ricovero. Il Santo Padre ha ripreso il corso normale delle celebrazioni pasquali dopo il ricovero in ospedale: giovedì la Messa del Crisma nella Basilica vaticana e la Messa della Cena del Signore, con il rito antico della Lavanda dei piedi.

Approfondisci:

Il figlio battezzato da Papa Francesco, la madre: “Un regalo inaspettato"

Il figlio battezzato da Papa Francesco, la madre: “Un regalo inaspettato"

Approfondisci:

Le tensioni nella Chiesa. Rientro a tempo di record per far tacere le illazioni

Le tensioni nella Chiesa. Rientro a tempo di record per far tacere le illazioni

Con una voce leggermente arrochita, ma senza particolare fatica, Papa Francesco ha pronunciato l'omelia incentrandola sulla "sofferenza più lacerante, quella dello spirito: nell'ora più tragica Gesù prova l'abbandono da parte di Dio". Una sofferenza riassunta nella frase Mio dio perché mi hai abbandonato?".

Approfondisci:

Il Papa dimesso dal Gemelli: “Sono ancora vivo”. E abbraccia genitori che hanno perso la figlia

Il Papa dimesso dal Gemelli: “Sono ancora vivo”. E abbraccia genitori che hanno perso la figlia

Anche io ho bisogno che Gesù mi carezzi, si avvicini a me, e per questo vado a trovarlo negli abbandonati, nei soli”, è un altro dei passi salienti dell’omelia. “Oggi ci sono tanti 'cristi abbandonati’”, ha aggiunto, sottolineando che “Gesù abbandonato ci chiede di avere occhi e cuore per gli abbandonati”. “Ci sono popoli interi sfruttati e lasciati a sé stessi; ci sono poveri che vivono agli incroci delle nostre strade e di cui non abbiamo il coraggio di incrociare lo sguardo; migranti che non sono più volti ma numeri; detenuti rifiutati, persone catalogate come problemi. Ma ci sono anche tanti cristi abbandonati invisibili, nascosti, che vengono scartati coi guanti bianchi: bambini non nati, anziani lasciati soli, che può essere tuo papà tua mamma il nonno e la nonna abbandonati nei geriatrici; ammalati non visitati, disabili ignorati, giovani che sentono un grande vuoto dentro senza che alcuno ascolti davvero il loro grido di dolore e non trovano un'altra strada che il suicidio”. 

“Vi ringrazio per la vostra partecipazione e anche per le vostre preghiere, che nei giorni scorsi avete intensificato. Grazie davvero”, ha detto il Papa all'Angelus al termine della messa delle Palme. 

Poi ha fatto un lungo giro di Piazza San Pietro in papamobile per salutare i fedeli. Ha sorriso e benedetto tutti; ad un gruppo di fedeli con la bandiera ucraina ha fatto anche il segno del pollice in su. Francesco, sempre in papamobile, è uscito anche da Piazza San Pietro, per salutare i fedeli in via della Conciliazione.