Martedì 18 Giugno 2024

Natisone, spunta un nuovo video: un vigile del fuoco tenta il salvataggio disperato a nuoto

Le immagini girate da un passante mostrano il soccorritore nuotare con tutte le forze per raggiungere i ragazzi al centro del fiume

Premariacco, 6 giugno 2024 – C’è un nuovo, drammatico video, sulla tragedia dei ragazzi travolti dalla piena del Natisone. Anche questo, come il primo che ha scioccato l’Italia intera mostrando a tutti l’immagine straziante dei tre amici abbracciati per resistere alla furia dell’acqua, è stato girato da un passante anonimo dal ponte Romano.

Approfondisci:

Natisone, Cristian non si trova. Il sindaco: “Oggi l’acqua è più bassa, si esplorano tutti gli angoli del fiume”

Natisone, Cristian non si trova. Il sindaco: “Oggi l’acqua è più bassa, si esplorano tutti gli angoli del fiume”

Le nuove immagini mostrano come i vigili del fuoco non abbiano tentato il soccorso esclusivamente gettando le corde dall’autogru e con l’elicottero, ma anche a nuoto.

A sx i feretri di Patrizia e Bianca, morte nella tragedia del Natisone. A destra le ricerche per trovare il corpo di Cristian
A sx i feretri di Patrizia e Bianca, morte nella tragedia del Natisone. A destra le ricerche per trovare il corpo di Cristian
Approfondisci:

Gli amici spariti nel fiume. Chiamarono più volte il 112. Ipotesi omicidio colposo

Gli amici spariti nel fiume. Chiamarono più volte il 112. Ipotesi omicidio colposo
Approfondisci:

Inghiottiti dal Natisone, sotto la lente le chiamate di Patrizia al 112. L’ultimo saluto alle amiche annegate

Inghiottiti dal Natisone, sotto la lente le chiamate di Patrizia al 112. L’ultimo saluto alle amiche annegate

Nel nuovo video si vede infatti il disperato tentativo di un eroico vigile del fuoco di raggiungere i tre ragazzi al centro del fiume. Nel filmato si vede il soccorritore nuotare con tutte le proprie forze sul lato che i ragazzi avrebbero dovuto percorrere, molti minuti prima, quando il livello dell'acqua era ancora basso. Un'azione che fu abortita perché la 23enne Bianca non sapeva nuotare e gli altri due amici decisero di non abbandonarla.

Nel video il vigile del fuoco, sebbene allenato a simili interventi, non riesce ad avvicinarsi minimamente ai ragazzi, che intanto si tengono nell'abbraccio fraterno già immortalato in tanti video girati dai passanti. Pochi istanti dopo la conclusione delle riprese - si è appreso - il vigile del fuoco ha dovuto desistere per non rischiare di essere a propria volta travolto dalla furia della piena del Natisone. Questa, infatti, andava ingrossandosi a causa degli eventi temporaleschi estremi che si erano verificati, circa mezz'ora prima, nelle zone a monte di Premariacco. 

Intanto il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, interviene sulle polemiche relative ai soccorsi. "Siamo di fronte a protocolli nazionali. Dopo di che è giusto che la parte tecnica faccia valutazioni per capire se è stato fatto il massimo rispetto ai protocolli esistenti. C'è la magistratura inquirente e ognuno faccia il suo lavoro – dice il governatore – . Però rifuggo dalle polemiche su questo tema perché mi sembrerebbe una speculazione assolutamente fuori di luogo vista la tragedia che è avvenuta"