Lunedì 17 Giugno 2024

Cosa è successo sulla nave turca? Si allontana l’ipotesi di sequestro. I migranti: “Temevamo il rimpatrio”

Solo tre denunce per possesso di armi: i clandestini avevano coltelli e taglierino. Quattro ricoverati in ospedale. Le indagini della procura dopo l’intervento dei marò italiani nel golfo di Napoli

Napoli, 10 giugno 2023 – Cosa sia successo a bordo della nave turca Galata Seaway non è ancora chiaro. Al momento sono solo tre i migranti denunciati dopo l’intervento dei marò italiani sull’imbarcazione in risposta a un sos lanciato a bordo del natante che in quel momento si trovava nel golfo di Napoli, all’altezza di Ischia. Sulla nave, che trasportava autocarri, viaggiavano di nascosto con altri 12 clandestini, e avevano coltelli e taglierino. Ma non è chiaro cosa avessero intenzione di fare. Si è parlato di un tentativo di sequestro ma l’ipotesi è tutta da verificare.  

La nave Galata Seaways nel golfo di Napoli
La nave Galata Seaways nel golfo di Napoli

Il comandante ha raccontato di aver lanciato l’allarme quando ha visto due stranieri armati di coltello che si aggiravano fuori dalla sala macchine. Sono poi comparsi gli altri 13, tra loro anche due donne, di cui una incinta. “Quando ci hanno scoperti avevamo paura che ci fermassero per rimpatriarci”, hanno raccontato agli inquirenti italiani che ora stanno cercando di ricostruire i fatti. All'arrivo degli uomini della Brigata Marina San Marco  alcuni di loro si sono sparpagliati nascondendosi sotto i camion e sopra i container. 

Sarà il sostituto procuratore Enrica Parascandolo che coordina il Gico del Nucleo di Polizia economico-finanziaria e Roan della Guardia di finanza e Squadra Mobile di Napoli a valutare le ipotesi di reato tra cui quella di dirottamento, che è ancora in piedi. 

Per il momento la polizia giudiziaria ha sequestrato due coltelli e un taglierino e denunciato tre degli immigrati – siriani, iracheni e iraniani – a piede libero per possesso di armi. Quattro dei quindici hanno avuto bisogno di essere ricoverati in ospedale: tra loro una donna incinta, un’altra in cattive condizioni generali, un uomo con una sospetta frattura a una caviglia, e un quarto in ipotermia severa. Per tutti verranno applicate le procedure ordinarie di accoglienza, in attesa degli sviluppi delle indagini.

Galata Seaways era partita dal porto di Topcular in Turchia il 7 giugno, diretta in Francia allo scalo portuale di Seté dove doveva approdare oggi. Ora si trova in rada poco distante da Castel dell'Ovo.