Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 mag 2022

Mosca sfida ancora gli Stati Uniti "Nessuno sceriffo potrà fermarci"

Il segretario di Stato Blinken: "Putin ha fallito gli obiettivi". La premier finlandese in visita da Zelensky

27 mag 2022
alessandro farruggia
Cronaca
Un momento della visita della premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, a Irpin, prima di andare a trovare Volodymyr Zelensky
Un momento della visita della premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, a Irpin, prima di andare a trovare Volodymyr Zelensky
Un momento della visita della premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, a Irpin, prima di andare a trovare Volodymyr Zelensky
Un momento della visita della premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, a Irpin, prima di andare a trovare Volodymyr Zelensky
Un momento della visita della premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, a Irpin, prima di andare a trovare Volodymyr Zelensky
Un momento della visita della premier finlandese Sanna Marin, 36 anni, a Irpin, prima di andare a trovare Volodymyr Zelensky

di Alessandro Farruggia Tra Occidente e Russia è sempre più dialogo tra sordi. Il primo determinato a far fallire l’invasione in Ucraina, il secondo deciso a portarla avanti non importa a che prezzo. Vladimir Putin, è intervenuto al Forum euroasiatico di Bishek, in videocollegamento da Mosca e ha lanciato un avvertimento a Washington. "Ci sono sempre più Paesi – ha detto – che vogliono perseguire una politica indipendente. Nessuno sceriffo del mondo può fermare questo naturale processo globale, spero che si rendano conto che questa politica è assolutamente inutile". "Chi cerca di isolare la Russia si fa male da solo – ha proseguito – . La Russia è riuscita a sostituire le importazioni nei settori chiave per la sovranità del Paese ma non ha intenzione di disconnettersi dalle tecnologie delle economie avanzate. Non ci faremo escludere. Anzi, la Russia sta diventando un pò più forte grazie alle sanzioni, Ad esempio restiamo il più grande esportatore di grano al mondo, il numero uno". Dura la risposta del segretario di Stato americano Anthony Blinken. "ll presidente Putin ha fallito – ha detto intevenendo alla George Washington university – e non ha raggiunto neanche uno dei suoi obiettivi strategici. L’invasione dell’Ucraina si è ritorta contro Putin e ha centrato l’opposto dei suoi obiettivi strategici. Invece di cancellare l’indipendenza dell’Ucraina, l’ha rafforzata. Invece di dividere la Nato l’ha unita. Invece di affermare la forza della Russia l’ha messa in pericolo. Invece di indebolire l’ordine internazionale, ha spinto i paesi a unirsi per difenderlo". Dal vecchio continente gli hanno fatto eco gli alleati. "Putin – ha detto al forum di Davos il cancelliere tedesco Olaf Scholz – non deve vincere la sua guerra. E sono convinto che non la vincerà". Come Blinken Scholz ha sottolineato che il presidente russo "ha già mancato i suoi obiettivi strategici" ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?