Città del Vaticano, 15 maggio 2019 - Papa Francesco, nel passaggio tra i 20mila fedeli prima della udienza generale, ha fatto salire questa mattina sulla papamobile otto bambini arrivati dalla Libia con il corridoio umanitario del 29 aprile scorso, molti dei quali hanno compiuto viaggi estenuanti sui barconi. "Questi bambini, di diverse nazionalità - tra cui Siria, Nigeria e Congo - sono attualmente ospitati con le loro famiglie nel Centro 'Mondo Migliore' di Rocca di Papa e seguiti dalla Cooperativa 'Auxilium'", ha comunicato il portavoce ad interim della Santa Sede, Alessandro Gisotti.

Un altro gesto con cui il Pontefice ha voluto mettere in chiaro la propria visione di convivenza con i rifugiati. Nella stessa udienza, il Papa ha incontrato anche 150 attivisti di Save the Children, ong che quest'anno compie 100 anni. Ha voluto incontrare personalmente il presidente Claudio Tesauro, il direttore generale Valerio Neri e il vicedirettore Daniela Fatarella, che gli hanno portato in dono un cofanetto realizzato dai ragazzi di Civico Zero Roma, il centro diurno per minori migranti che vengono da paesi in guerra. Il Papa ha incoraggiato gli attivisti ad andare avanti, a lottare contro le chiusure del mondo: "Ascoltare le parole di supporto di Francesco oggi è stato molto emozionante e il suo invito a continuare a portare avanti la nostra missione ci stimola a proseguire con ancora più determinazione il nostro lavoro quotidiano", ha raccontato il presidente.