20 apr 2022

Lo scippatore più veloce di Leclerc Sfila l’orologio al campione e fugge

Viareggio, il pilota della Ferrari avvicinato con la scusa di una foto ricordo

Charles Leclerc, 24 anni, monegasco, corre in Formula Uno con la Ferrari
Charles Leclerc, 24 anni, monegasco, corre in Formula Uno con la Ferrari
Charles Leclerc, 24 anni, monegasco, corre in Formula Uno con la Ferrari

VIAREGGIO (Lucca)

Una Pasquetta amara, più dell’extra-fondente, per il pilota di Formula Uno Charles Leclerc, derubato del suo Richard Mille, un orologio unico al mondo, da due “tifosi“. Lo hanno avvicinato con la scusa della foto ricordo: pacca sulla spalla, sorrisi di rito e in un attimo, con una manovra da illusionista, uno dei malviventi è riuscito a slacciare il cinturino, il più leggero mai realizzato, e a ’sgommare’ via, più rapido di una monoposto, insieme al complice che ha scattato il selfie. Quando l’alfiere del Cavallino se n’è reso conto i due erano già svaniti nel nulla con il prezioso orologio, dal valore di due milioni di euro.

É accaduto lunedì intorno alle 22.30 nella Darsena di Viareggio, dove i cantieri navali producono gli yacht più grandi del mondo e dove da tempo i lampioni sono spenti a causa di un guasto. A denunciare pubblicamente l’episodio è stato il preparatore atletico di Leclerc, il viareggino Andrea Ferrari che abita proprio in quella zona. "Sono mesi che via Salvatori è al buio. Sono mesi che facciamo segnalazioni. Bene – ha denunciato Ferrari su Instagram – ieri sera in via Salvatori ci hanno rapinato. Pensate di sistemare i lampioni prima o poi? Chiedo – conclude taggando il Comune di Viareggio – per un amico..." Quell’amico, rimasto vittima del furto con strappo, è proprio il giovane campione di Formula Uno; insieme a lui Ferrari stava rincasando dopo una lunga giornata trascorsa in Versilia. A bordo di una Ferrari 488 Pista Spider custom, nera opaca e caratterizzata da due bande bianche e rosse, come la bandiera monegasca, che non è passata inosservata. Decine di tifosi l’hanno accostata, fotografata, accarezzata. Per questo i carabinieri della Compagnia di Viareggio ritengono il colpo sia stato pianificato, che i due malviventi abbiano dunque seguito Leclerc e abbiano atteso il momento migliore per entrare in azione. L’hanno fatto a tarda serata, in una zona fuori dal traffico e ormai al buio da tempo.

Martina Del Chicca

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?