7 mar 2022

Le purghe in Russia come con Stalin. Dilaga la protesta: quattromila arresti

Manifestazioni in 59 città. Gli storici avvertono: "Il 30% è contro il regime ed è in pericolo. Il controllo sociale ricorda l’Urss"

marcella cocchi
Cronaca

Accanto alle immagini di sofferenza dall’Ucraina, ogni giorno fanno rabbrividire anche altre foto, visibili fino a che il pugno di ferro di Putin non riuscirà a schiacciare anche quelle. Sono le immagini della repressione del dissenso. A San Pietroburgo, a Mosca e in altre 57 città della Russia, da Ekaterinburg sugli Urali a Novosibirsk in Siberia, nella sola giornata di ieri l’ong Ovd-Info conta che ci siano stati 4.357 arresti, 13mila persone fermate dall’inizio della guerra. Il grido: "L’Ucraina non è il nostro nemico". Studenti e anziani ugualmente piegati e trascinati con la forza dai poliziotti, pestaggi contro le donne, arresti che non si fermano nemmeno davanti ai bimbi scesi in piazza con i genitori. Decine di feriti, 15 anni di reclusione previsti per chi scrive fake news. Dice Andrea Graziosi, lo storico della Russia e professore dell’Università Federico II di Napoli che ha studiato il genocidio ucraino ad opera di Stalin: "Dopo gli ucraini, la seconda vittima saranno i russi. Si tratta in larga parte di giovani ma anche di una parte della società che aveva davvero creduto alle riforme promesse dal primo Putin". In un Paese in cui l’opposizione di fatto non esiste più e in cui il leader Alaxei Navalny lancia appelli dal carcere, gli studiosi della Russia concordano sul fatto che la fascia di popolazione contraria al regime si possa stimare tra il 30 e il 40%. Ieri sono finiti nelle mani della polizia anche Oleg Orlov, uno dei leader dell’Ong Memorial, e l’attivista Svetlana Gannouchkina (poi rilasciata). Desta scalpore, forse speranza, il fatto che abbia rassegnato le dimissioni Tugan Sokhiev, il direttore del teatro Bolshoi di Mosca: "Sono sempre stato contrario a qualsiasi conflitto e in qualsiasi forma". Ai tanti che si domandano se una rivolta dal basso sia possibile in Russia risponde da Budapest ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?