13 mag 2022

La Camera dà il via libera Ora la palla al Senato

Dopo l’ok di Montecitorio si preannuncia battaglia. Lega e Iv chiedono modifiche

1 Il primo sì

Il 26 aprile scorso

la travagliata riforma dell’ordinamento giudiziario

e del Csm incassa il primo via libera alla Camera. Nessuna sorpresa sull’esito del voto: la maggioranza vota compatta a favore (328 i sì e 41 i no

di Fd’I e Alternativa)

2 Partita da giocare

Ora il provvedimento passa

al Senato, dove regna l’incognita sui numeri

visto che già si preannuncia battaglia per modificare

alcuni punti della riforma:

lo dice a più riprese Italia viva, lo ricorda la Lega. La partita

va giocata fino in fondo

3 "Tutto è perfettibile"

La ministra Marta Cartabia (foto), nel ringraziare

l’Aula dopo il voto, osserva: "Siamo a un passaggio importante, credo

che abbiamo proposto

la riforma migliore possibile, ben consapevoli

che tutto è perfettibile"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?