17 apr 2022

Kiev riscopre la voglia di vivere Tavolini pieni nonostante le bombe

Nella capitale sono stati riaperti 450 locali. Ma il sindaco invita alla prudenza: "Restate in luoghi sicuri"

salvatore garzillo
Cronaca

di Salvatore Garzillo All’angolo della via che conduce alla chiesa di Santa Sofia c’è un muro di cemento forato, è un checkpoint dismesso. Sullo stesso marciapiede ci sono due ammassi di ferro che servivano per bloccare i mezzi russi, accanto i tavolini di un bar alla moda. Dalle grandi vetrine vediamo che è pieno di gente che consuma. Il proprietario ha orientato le casse verso l’esterno, la musica a tutto volume riempie la strada. Restiamo fermi 2 minuti a guardare la surreale convivenza di guerra e pace ma ci risveglia un altro altoparlante, quello che diffonde il suono acuto della sirena antiaereo. Strani giorni a Kiev, la gente rientra in città convinta che il peggio sia passato ma le autorità invitano alla prudenza annunciando il pericolo di nuovi attacchi, soprattutto in risposta all’affondamento della nave Moskva nel mar Nero. E infatti nella notte tra venerdì e sabato un razzo ha colpito una fabbrica di armi nel distretto sud di Kiev, a Darnytskyi, provocando un morto e diversi feriti attualmente in gravi condizioni. "Il nemico è insidioso e spietato, – spiega il sindaco, Vitalii Klycko, che fa un appello ai suoi concittadini –: Non ignorate gli allarmi aerei. E a coloro che stanno facendo ritorno nella capitale, chiedo di evitarlo e restare in un posto piu’ sicuro". Ma la voglia di ricominciare è più forte della paura e costringe l’amministrazione militare a prendere provvedimenti logistici come la rimozione del 60 per cento dei posti di blocco. Iniziano a esserci troppe auto in giro per continuare con i controlli. Intanto le attività riaprono, si stima che almeno 450 caffetterie abbiano ripreso normalmente. "È una nuova primavera", dice la 30enne Veronika, marketing manager per una start up americana, impegnata in attività di volontariato ben prima dell’inizio dell’invasione del 24 febbraio scorso. "Ero a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?