Green pass, il certificato digitale Covid dell'Ue
Green pass, il certificato digitale Covid dell'Ue

Roma, 4 agosto 2021 - Dal 6 agosto il green pass sarà sempre più essenziale nella nostra vita di tutti i giorni. Per sedersi in un tavolino all'interno di un bar, recarsi a una mostra o a un evento sportivo, sarà obbligatorio infatti esibire il certificato verde che attesti l'avvenuta vaccinazione contro il Covid, la guarigione dal virus o l'esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 precedenti. E se ormai è all'ordine del giorno sapere come si scarica il green pass o quando serve in albergo, ancora non sono del tutte chiare le esenzioni dall'obbligo, cioè per quali soggetti e come funzionerà. La cabina di regia sul Green pass è fissata per domani alle 11:30, alle 16 il Consiglio dei ministri che delineerà in maniera inequivocabile le regole in vigore da venerdì. 

Green pass, obbligo in mense aziendali e a scuola: scioperi e proteste dei sindacati

Green pass ristoranti alberghi: le nuove Faq

Al momento, fa fede quanto messo nero su bianco nel decreto legge dello scorso 23 luglio (qui il Pdf): la certificazione verde non è richiesta ai bambini, esclusi per età dalla campagna di vaccinazione, e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica. Ma quindi i minori o i malati rari, solo per fare per esempio, cosa dovranno esibire ai controllori per sedersi in un ristorante al chiuso? O per andare in un museo o in un parco divertimento? Vediamo tutti i dettagli. 

Sul web, dal medico o in farmacia: come avere il green pass

Green pass, le 5 regole per salvare il turismo

I bambini sono esonerati?

I bambini sono esonerati dal green pass per accedere per esempio a bar, ristoranti, musei, parchi di divertimento? Alla domanda risponde il governo sul sito. " - si legge -, i bambini sotto i 12 anni sono esentati dalla certificazione verde Covid-19 per accedere alle attività e servizi per i quali nel nostro Paese è invece necessario il 'green pass', come appunto mangiare seduti al tavolo in una sala al chiuso di un ristorante, visitare un museo o un parco di divertimento".

Non solo. "La Certificazione non è richiesta - si sottolinea -, inoltre, per accedere da parte di bambini e ragazzi ai centri educativi per l'infanzia e ai centri estivi incluse le relative attività di ristorazione".

Ma un capitolo a parte riguarda i viaggi. "Tuttavia - scrive ancora il governo - si ricorda che attualmente in caso di viaggio dall’estero in Italia, ai bambini con più di 6 anni è richiesto il tampone molecolare o antigenico rapido. Per i viaggi fuori dall'Italia, i limiti sono decisi dai singoli Paesi e possono variare in base alla situazione epidemiologica".

Green pass al lavoro, i sindacati: "No per licenziare"

Esenti con certificazione medica

Oltre ai minori, viene speficato che anche alcuni soggetti possono esenti dal green pass, ovvero dall'attestata vaccinazione, guarigione dal virus o tampone negativo. Per esempio chi ha patologie per cui non può sottoporsi al vaccino o chi ha avuto un problema di salute tra la prima e la seconda dose. Ma, in ogni caso, per rientrare in questa categoria è specificato che occorrerà presentare un'idonea certificazione medica

Come riconoscere i green pass falsi / App per controlli e sanzioni

La certificazione digitale dedicata

Come abbiamo visto, quindi, i minori esclusi per età dalla campagna di vaccinazione e gli esenti sulla base di un'idonea certificazione medica non sono per il momento sottoposti all'obbligo di green pass. Per queste persone, specifica il governo, verrà comunque creata una Certificazione digitale dedicata. I dettagli ancora non sono specificati, mentre viene sottolineato che, finché questa non sarà disponibile, potranno essere utilizzati i documenti rilasciati in formato cartaceo. Ma anche in questo caso mancano ad oggi indicazioni operative su chi siano i clinici a cui è demandato il compito di rilasciare questa certificazione. 

Blindati i viaggi su treni e aerei

Leggi anche:

Sardegna sull’orlo della zona gialla: ecco che cosa cambia per i turisti

Zona gialla e bianca: quante persone possiamo portare in macchina