Venerdì 19 Aprile 2024

Cosa significa essere gemelli siamesi

Nascono uniti fisicamente e spesso condividono anche alcuni organi. Il caso di Abigail e Brittany Hensel è tra i più rari: hanno un solo corpo e due teste

Le gemelle siamesi Abigail e Brittany Hensel

Le gemelle siamesi Abigail e Brittany Hensel

Roma, 28 marzo 2024 – I gemelli siamesi sono una coppia di monozigoti, vale a dire gemelli identici che provengono dallo stesso zigote. Nascono uniti fisicamente e spesso condividono anche alcuni organi. Nel caso delle americane Abigail e Brittany Hensel, sono gemelle siamesi bicefale, ovvero sono nate con un solo corpo e due teste. Si tratta di un caso molto raro considerando che coloro che nascono in questa condizione raramente sopravvivono fino all’età adulta. Le due sorelle condividono il fegato, la vescica, la gabbia toracica e il sistema riproduttivo, avendo invece una colonna vertebrale e un cuore ciascuna. I genitori di Abigail e Brittany Hensel nel corso di un’intervista hanno raccontato che “durante i mesi di gestazione, i medici non si erano accorti che il feto era composto da due teste e un solo corpo. I ginecologi pensavano che si trattasse di un solo bambino, probabilmente perché le due teste nelle ecografie apparivano perfettamente allineate”.

Nel 1990, anno della loro nascita, i genitori rifiutarono di procedere con un’operazione chirurgica, in quanto le possibilità che sopravvivessero entrambe erano piuttosto basse

Le due bambine sono cresciute non senza difficoltà: ciascuna delle due controlla una parte del corpo, la destra o la sinistra, senza avere nessun controllo sull’altra.

Perché i gemelli nascono siamesi

I gemelli siamesi provengono sempre da un’unica cellula uovo fecondata (lo zigote), sono monoamniotici, ovvero crescono in un solo sacco amniotico, monocoriali, cioè hanno una sola placenta e sono sempre dello stesso sesso, con una maggior frequenza (3 volte superiore) di quello femminile rispetto al maschile. 

Ciò che provoca questo evento è la mancata separazione della placca embrionale tra il 15esimo e il 17esimo giorno di gestazione o dalla fusione di 2 dischi amniotici a livello della colonna vertebrale, del torace, dell’addome o del bacino alla terza o quarta settimana di vita intrauterina. Di solito uno dei due appare più piccolo o più debole e possono essere presenti altri difetti congeniti. 

Se vuoi iscriverti al canale Whatsapp di Qn clicca qui