Una ragazzina vuole fare la chierichetta in chiesa, ma il parroco le nega il ruolo perché, sostiene, che "è un compito riservato ai maschietti". È accaduto nella cattedrale di Ventimiglia Alta (Imperia). Protagonista è una tredicenne di Lecco, la cui famiglia è originaria della Riviera e comunque trascorre da tempo la villeggiatura estiva nella città di confine. "Ho parlato col parroco (Thomas Le Bourhis, in foto), che tra l’altro ha pure battezzato mia figlia e la conosce bene, visto che in passato ha già ricoperto il ruolo di chierichetta con lui – afferma la madre della ragazzina –. Mi ha spiegato che il ruolo si addice più a un maschio, visto che la parola chierichetto deriva da chierico. Ho ascoltato la sua opinione, anche se non la condivido e per questo motivo ho cambiato parrocchia". La ragazzina ci è rimasta male, così come i suoi amici, stupiti nell’ascoltare la scelta del parroco e anche al motivazione. Il Vaticano ha aperto anche alle chierichette, ma è discrezione del sacerdote affidare il compito a un maschio o a una femmina.