Ecotassa auto 2019 ed ecobonus. Una foto generica di vetture (Ansa)
Ecotassa auto 2019 ed ecobonus. Una foto generica di vetture (Ansa)

Roma, 1 marzo 2019 - Scatta oggi l'ecotassa auto 2019. In base alla nuova norma, introdotta con il decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, sarà previsto un tributo da pagare, il cosiddetto 'malus', che va da 1.100 a 2.500 euro in base alle emissioni di Co2 rilasciata nell'atmosfera dall'autovettura. Ecco nel dettaglio come funziona

L'ecotassa 2019 colpisce in base a quanta anidride carbonica emette l'automobile: ad essere considerati inquinanti sono le polveri sottili, sulla base delle quali scattano i blocchi del traffico nelle grandi città. In particolare, il valore massimo consentito dalla nuova norma, che - attenzione! - interessa solamente le nuove immatricolazioni ed esenta km zero e usato, è pari a 160 grammi di Co2. Al di sopra di questo valore, scatta il tributo da pagare. Ecco quanto si dovrà pagare: 

- 1.100 euro fino ai 175 grammi di Co2
- 1.600 euro dai 176 ai 200 grammi di Co2
- 2.000 euro dai 201 ai 250 grammi di Co2 
- 2.500 euro al di sopra dei valori precedenti. 


Immediate le proteste e le denunce di associazioni di categoria, quale Unrae, Federauto e Anfia. "Le case costruttrici e i rivenditori non conoscono ancora le modalità operative per attuare la misura". Inoltre, scrivono in una nota congiunta, "in merito all'applicazione del malus, nei giorni scorsi l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la risoluzione che istituisce solamente il codice tributo da utilizzare per il pagamento dell'imposta, senza fornire ulteriori precisazioni né chiarire i termini per effettuare il pagamento". Infine, sul fronte bonus, che riguarda i veicoli elettrici e ibdridi "manca ancora il decreto interministeriale di attuazione e non c'è traccia della piattaforma online per richiedere gli incentivi", aggiungono le tre associazioni. 

LE AUTO COLPITE - Attenzione a consultare online l'elenco delle auto colpite dall'ecotassa. Diversi costruttori stanno 'ritarando' la loro strategia di gamma proprio per adeguarsi al mutato scenario. E' consigliabile verificare casa per casa quale siano le vetture destinate a pagare il tributo e quali, invece, possano ritenersi "ecotassa free". 

ECOBONUS - Scatta da oggi anche l'ecobonus 2019, che riguarderà le auto nuove e quelle acquistate in leasing, oltre a moto, motorini, pulmini di piccole dimensioni e camper fino a nuovi posti. La legge di bilancio, in particolare, ha stanziato 6.000 euro per chi acquista un veicolo a basse emissioni (da 0 a 20 g/km di Co2) con rottamazione e 4.000 per chi, invece, compra un'auto nuova senza rottamare la vecchia. E ancora: 2.500 euro per chi acquista un veicolo ecologico con emissioni tra i 21 e i 70 g/km e con rottamazione; e infine 1.500 euro per quest'ultima categoria, ma senza la rottamazione. Si segnala che per usufruire degli incentivi il prezzo massimo d'acquisto della nuova auto "verde" non dovrà essere superiore a 54.900 euro, IVA inclusa.