Lunedì 20 Maggio 2024

Ecoattivisti, nuovo blitz. Colorato il Canal Grande, fermata coppia francese

È la terza incursione in meno di un anno nella città. Sconcerto fra i turisti. Zaia, governatore del Veneto: "Bisogna difendere la Laguna, basta oltraggi".

Ecoattivisti, nuovo blitz. Colorato il Canal Grande, fermata coppia francese

Ecoattivisti, nuovo blitz. Colorato il Canal Grande, fermata coppia francese

Nuovo blitz a Venezia degli attivisti per il clima. Il terzo in poco meno di un anno. In questo caso una coppia francese ha versato ieri pomeriggio nel Canal Grande – da un vaporetto della linea 1, proveniente dalla fermata del Giglio e diretto verso l’Accademia – sei taniche di una sostanza che ha colorato l’acqua di verde e di rosso. Si tratterebbe di fluoresceina.

Stupore, rabbia ed indignazione tra i turisti che in questi giorni affollano la città lagunare per l’inaugurazione della Biennale e i vari eventi collaterali alla kermesse. L’azione degli eco vandali sarebbe stata decisa proprio per sfruttare l’attenzione mediatica data in questo frangente a Venezia.

I due francesi, 57 e 37 anni, mimetizzati tra i turisti, sono stati bloccati dalla polizia. Il loro voleva essere "un progetto artistico con rivendicazione ecologica e protesta politica". A dispetto dell’ipotesi investigativa della prima ora ora, la coppia si è detta estranea a ’Extinction Rebellion’, un movimento internazionale "basato sulla scienza e nato dal basso in risposta alla devastazione ecologica causata dalle attività umane", come sostenuto più volte nei loro comunicati. Un’azione simile era stata condotta poco meno di un anno fa. Anche in quell’occasione a finire nel mirino era stato il Canal Grande: l’acqua fu colorata di un verde fosforescente all’altezza del ponte di Rialto. A dicembre, invece, sempre gli attivisti ambientalisti misero a segno un altro blitz.

In tre si erano arrampicati sul ponte di Rialto, gettando in acqua un liquido verde impiegato, come tracciante dagli idraulici. Nell’occasione la polizia identificò 28 persone, infliggendo 1.250 euro di multa per ciascuno di 1.250. Per cinque del gruppo scattò anche un foglio di via. L’azione di ieri della coppia di attivisti francesi è stata duramente condannata dalle istituzioni. "Esprimo una decisa condanna – ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia - per l’azione intrapresa da alcuni attivisti per il clima che hanno preso di mira, nuovamente, la nostra bellissima città, versando nel Canal Grande una sostanza colorante che ha tinto l’acqua di verde e di rosso".

Venezia ha una tale visibilità, in particolare in questi giorni, in occasione dell’inaugurazione della Biennale Arte, che gesti come questi – ha aggiunto il governatore – "potrebbero diventare la vetrina per azioni simili. Venezia va difesa e tutelata, non oltraggiata e le occasioni di dialogo, anche sul clima e i suoi cambiamenti, sono molte".