Lunedì 22 Luglio 2024

Atripalda baciata dal Supernalotto. Sei milionari in cerca di un nome

Caccia ai fortunati vincitori, per ora nessun indizio. L'unica certezza: nessuno si è ancora fatto vivo

Avellino, 17 febbraio 2023 - C'era una volta Atripalda, comune di diecimila anime a due passi da Avellino. Inizia così la favola di un paese che è diventato famoso in tutta Italia per le vincite milionarie al Superenalotto. Nel bar tabacchi "Il Paradiso delle Stelle" sono state acquistate le sei quote che hanno fatto incassare ad altrettanti vincitori oltre quattro milioni di euro ciascuno. Già da ieri sera, subito dopo l'estrazione, è partita la caccia ai magnifici sei della Bacheca dei Sistemi. Brindisi e festeggiamenti si susseguono senza sosta in questo bar sulla Appia,  strada centrale molto frequentata e trafficata.

Superenalotto, i gestori del bar dove sono state vinte le sei quote (Ansa)
Superenalotto, i gestori del bar dove sono state vinte le sei quote (Ansa)

 "Il nostro bar è situato in una strada di passaggio quindi l'affluenza dei clienti è molto alta", spiegava ieri Armando Coppola, titolare del locale insieme al padre Mario. "Le quote di questa giocata, dal prezzo di 5 euro l'una, sono tra le più acquistate dagli utenti, infatti ne vendiamo mediamente un centinaio al giorno e quindi, in tutta onestà, non ho la minima idea di chi possano essere i fortunati giocatori che si sono aggiudicati i 4,2 milioni di euro a testa". E aggiungeva con un pizzico di orgoglio: "La nostra attività è molto fortunata al SuperEnalotto perché non è la prima volta che, attraverso la Bacheca dei Sistemi, viene centrato il '6'. Circa 5-6 anni fa abbiamo venduto due quote che si sono rivelate vincenti e hanno regalato la bellezza di 1,1 milioni di euro.  Ovviamente, il jackpot odierno fa più scalpore perché si trattava del montepremi più alto al mondo". Sui 371 milioni complessivi, oltre 25 sono finiti a "Il Paradisso delle Stelle". Un record che sta facendo vacillare i proprietari, seriamente intenzionati a cambiare il nome del bar. 

Intanto, il giallo sui sei neomilionari non è ancora risolto. E non si sa se mai lo sarà. Potrebbero essere clienti abituali, ma anche qualcuno che, di passaggio, ha tentato la fortuna. Per ora resta il silenzio, nessuno ha inviato messaggi alla ricevitoria per condividere la felicità della vincita. Neppure in forma anonomia. Tutta la Campania, nel fratempo, festeggia: sono ben 14, comprese le 6 di Atripalda, le quote vincenti vendute in regione. Su 90 totale, un bel bottino. Siamo sui 60 milioni di euro, milione più milione meno. E anche se mancano ancora i protagonisti, il lieto fine sembra già scritto.