{{IMG_SX}}Roma, 21 aprile 2007 -  Da circa due anni commetteva abusi su due bambine di 11 anni, sue vicine di casa. Un uomo di 43 anni, è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Roma e dagli agenti del commissariato Esposizione con l'accusa di Violenza sessuale aggravata.

 

 A convincere le due ragazzine a raccontare gli abusi che subivano da oltre due anni dal vicino di casa ai loro genitori è stata un'amichetta. L'uomo che abitava appunto a Spinaceto nello stesso palazzo delle sue vittime è stato portato a Regina Coeli.

L'uomo aveva rapporti molto stretti con le mamme delle due bambine che spesso infatti gliele affidavano. Gli abusi sulle due piccole sono andati avanti per oltre due anni fino a quando, qualche giorno fa, un'amichetta delle due 11enni che si trovava in casa con il vicino insieme a loro si è accorta dei comportamenti strani dell'uomo.

Così la piccola ha convinto le due amiche a raccontare tutto ai genitori e lei stessa ha riferito quello che aveva visto a sua madre. Le mamme hanno poi accompagnato le due 11enni all'ospedale Sant'Eugenio dove nel corso di una visita sono state riscontrate le violenze subite. Successivamente le piccole sono state ascoltate dalla Squadra Mobile di Roma.


«Nel corso della perquisizione a casa del 43enne - ha poi spiegato il capo della Squadra Mobile, Alberto Intini - abbiamo trovato un riscontro alle dichiarazioni delle bambine». L'uomo dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata.