Mercoledì 29 Maggio 2024

Polizze viaggio per non rischiare di rovinare le vacanze

Migration

RIPARTE il turismo in vista delle festività e aumenta il numero di coloro che scelgono mete nazionali. Il 68% cento degli italiani che hanno in programma di partire tra Natale e Capodanno – secondo quanto emerge da una recente indagine Ipsos – sceglie l’Italia, un numero in aumento del 10 per cento rispetto al 2019. Per le vacanze invernali il 38% sceglierà la montagna, seguono collina e laghi, meno gettonate le città d’arte e il mare. Rispetto al passato vi è, tuttavia, una maggior consapevolezza e attenzione ai rischi. Il 45% per gli italiani – rileva l’edizione 2022 dell’Holiday Barometer – ritiene più importante essere coperti da un’assicurazione di viaggio durante le proprie vacanze. Se in generale gli imprevisti di carattere sanitario sono quelli che preoccupano i viaggiatori, anche nel 2022, il contagio da Covid, prima del soggiorno o durante lo stesso, rimane il timore principale, soprattutto quando si viaggia all’estero.

Ormai tutte le polizze viaggio – spiega l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (Ania) – includono nell’offerta base la copertura sanitaria nel caso si manifesti un qualsiasi problema di salute (positività al Covid compresa) nella maggior parte dei casi pagando direttamente le spese sanitarie o, se ciò non è possibile, rimborsandole, insieme alla copertura economica di un eventuale prolungamento obbligato del soggiorno, dovuto, ad esempio, alla quarantena. Se invece ci si ammala prima di partire, c’è la possibilità di acquistare una garanzia che prevede il rimborso della penale in caso di annullamento del viaggio e se si vuole un contributo per l’acquisto di nuovi biglietti nel caso in cui non sia possibile utilizzare quelli precedenti. Quasi tutte le imprese offrono, inoltre, assistenza medica 24 ore su 24, sette giorni su sette e la possibilità di usufruire di un servizio di televideo consulto medico.

Nel caso in cui si decida di andare all’estero, le coperture possono includere le spese necessarie per raggiungere l’assicurato infortunato nonché il rimpatrio sanitario e il rientro anticipato in caso di gravi motivi. Per chi viaggia in auto, oltre all’assistenza sanitaria alcune compagnie offrono l’opportunità di tutelarsi in caso di eventuali guasti al proprio mezzo di trasporto (auto, camper, moto e bici compresi) prevedendo una garanzia di assistenza stradale sul posto anche in caso di foratura degli pneumatici. Possono essere previsti inoltre, servizi aggiuntivi quali costi di pernottamento, recupero del mezzo nel luogo del fermo e consegna dell’auto sostitutiva.

Infine, soprattutto negli ultimi tempi si sta sviluppando un’offerta relativa a polizze viaggio che coprono le spese sanitarie per gli animali domestici. Durante i viaggi, sia in aereo che in macchina, gli animali sono, infatti, più soggetti a stress e esposti a rischi diversi. Alcune polizze poi possono comprendere anche le spese di ricerca in caso di smarrimento dell’animale domestico, o abbinano delle app specifiche che permettono di rintracciarlo più facilmente.