Martedì 18 Giugno 2024

Funzionamento e resa in inverno: come ottimizzare

Consigli / Il rendimento dei pannelli può cambiare con il freddo

Alcuni pannelli

Alcuni pannelli

La resa dei pannelli fotovoltaici non è costante nel corso dei dodici mesi e è soggetta a delle variazioni. La produzione del fotovoltaico in inverno si riduce rispetto al resto dell’anno, a causa delle condizioni climatiche e della minore irradiazione solare durante i mesi più freddi. Il minore rendimento del fotovoltaico in inverno è dovuto alla maggiore frequenza di giornate nuvolose o piovose. Senza contare che nelle zone soggette a nevicate l’accumulo di neve sui moduli diminuisce ulteriormente la resa dell’impianto. I pannelli fotovoltaici di ultima generazione sono però in grado di assicurare una produzione d’energia elettrica elevata anche in presenza di nubi, grazie a delle celle fotovoltaiche di nuova concezione altamente sensibili. Un calo della resa dell’impianto durante i mesi invernali è ovviamente normale ma ad ogni modo investendo nell’acquisto di moduli solari di qualità e installandoli con una corretta inclinazione è possibile massimizzare l’efficienza dell’impianto anche in inverno. Considerando un rendimento invernale dei pannelli fotovoltaici del 10-30% rispetto alla loro capacità nominale, con una potenza dei moduli di 300-400 Wp, in inverno la resa può scendere a 30-120 Wp. Per ottimizzare l’efficienza dell’impianto in inverno è possibile installare un sistema di accumulo fotovoltaico. In pratica delle batterie per immagazzinare l’energia elettrica in eccesso prodotta nelle giornate di sole, per coprire il calo di rendimento nei giorni di pioggia, particolarmente nuvolosi o durante le tempeste di neve.