Sabato 18 Maggio 2024

Cosa sapere sulle valvole termostatiche

Obbligatorie in alcuni contesti, ecco come funzionano, quanto costano e quali sono i benefici delle termovalvole

Valvole termostatiche: tipologie, benefici e costi

Valvole termostatiche: tipologie, benefici e costi

Le valvole termostatiche, chiamate anche termovalvole o testine termostatiche, sono dispositivi che, montati sui termosifoni, permettono di regolare la temperatura di ogni calorifero in base alle esigenze. Gestire il riscaldamento domestico nel modo più efficiente possibile è diventato ormai fondamentale, sia per motivi economici che per limitare l’inquinamento generato dalle emissioni delle caldaie.L’installazione delle valvole termostatiche è obbligatoria - nei casi in cui l’acqua venga impiegata per scaldare gli ambienti - per legge, dal 2017, nei condomini con il riscaldamento centralizzato e nelle case in cui, dal 2007 in poi, sia stato ristrutturato l’impianto di riscaldamento.

Ci sono casi di esenzione all’obbligo?

Sono stati esonerati gli edifici di cui sia stata comprovata l’incompatibilità dei lavori d’installazione e la mancata convenienza economica derivata dai lavori di ammodernamento dell’impianto. Esonerati anche gli appartamenti che, nonostante si trovino in condomini con riscaldamento centralizzato, sono dotati di riscaldamento indipendente.

Come funzionano le valvole termostatiche?

Le valvole termostatiche hanno un sensore che rileva la temperatura dell’ambiente circostante. Quando la temperatura rilevata si avvicina alla temperatura impostata tramite la scala graduata della valvola, che va da 1 a 5, il suo meccanismo fa affluire meno acqua calda all’interno del termosifone, chiudendolo completamente quando la temperatura desiderata viene raggiunta. Quando la temperatura si abbassa, lo stesso meccanismo aumenterà il flusso dell’acqua, per ristabilire la temperatura desiderata. Questo avviene grazie ai materiali contenuti all’interno delle valvole termostatiche, senza il bisogno di alcun tipo di alimentazione. Minore è la quantità di acqua che circola nei termosifoni, minore è la quantità di gas necessaria per scaldarla. Il risparmio energetico dipende da questo.La differenza con le valvole classiche sta nella precisione. È impossibile, infatti, regolare la temperatura con una valvola classica, a meno che non si abbia tempo per girarla di continuo a destra e a sinistra.Altrettanto impossibile è contabilizzare i consumi senza l’installazione di un contacalorie, che viene montato su ogni termosifone e i cui dati vengono poi trasmessi a un tecnico che li traduce in consumo effettivo.

Quanto si risparmia installando le valvole termostatiche?

Dato che con l’installazione delle termovalvole si pagano i consumi effettivi e non quelli stimati - che vengono in precedenza calcolati dalle amministrazioni condominiali in base ai millesimi delle abitazioni - secondo alcune stime si può arrivare a risparmiare fino al 40%, mentre secondo altre fonti il risparmio sarebbe molto più contenuto, non superando il 7-8%.

Il risparmio è favorito dal fatto che la contabilizzazione individuale dei consumi induce a essere più attenti e consapevoli. Se prima tenere uno o più caloriferi spenti non poteva influire sul costo del riscaldamento, con le valvole termostatiche ogni grado in più o in meno influisce sulle spese condominiali. Ovviamente il risparmio è maggiore per chi non soffre particolarmente il freddo e per chi passa molte ore fuori casa, condizione che permette di tenere i termosifoni spenti o al minimo per molte ore della giornata.Nei condomini c’è chi ha trovato grande beneficio dall’installazione delle valvole, chi invece si lamenta di un peggioramento della qualità della vita, conseguenza del fatto che il proprio appartamento è più freddo, proprio per via delle temperature più basse rispetto alle abitazioni adiacenti o sottostanti.

Quanto costa l’installazione?

Il costo dell’installazione delle termovalvole dipende dal numero di termosifoni presenti in un appartamento, dal modello di termovalvole, dalla ditta a cui ci si affida per effettuare il lavoro e dalla città in cui si vive, dato che è noto quanto il costo di alcuni servizi possa variare in base alla città e alla regione in cui si risiede. In linea di massima, l’installazione parte dall’importo di 50-65 euro, valvole escluse, ma è davvero impossibile dare informazioni precise. Il consiglio a chi volesse installare le termovalvole, anche se non obbligato dalla legge, è di rivolgersi ad alcune ditte per chiedere sopralluoghi e preventivi.

Tipi di valvole termostatiche e prezzi

Sono tre i tipi di termovalvole disponibili.- La valvola termostatica classica, cioè il modello più semplice, costa dai 10 ai 20 euro.- La valvola termostatica con termostato digitale. A metà tra la classica e la smart, ha alcune funzioni utili, come quella che permette di programmare la temperatura o che rende possibile una sua modifica, magari dopo che una stanza si è raffreddata troppo dopo l’apertura di una finestra. Un’altra funzione spesso disponibile è quella chiamata “child lock”, che impedisce che l’impostazione venga modificata involontariamente, magari da un bambino.- La valvola termostatica smart, gestibile anche tramite app. Difficilmente un condominio opterà per un tipo di valvola così, a meno che non si tratti di un immobile di lusso, ma questo tipo di valvola, chiamata anche “testina termostatica intelligente”, permette di gestire la regolazione del calore da remoto e di monitorare i consumi in modo molto dettagliato.I prezzi delle termovalvole digitali e smart possono variare molto in base alla marca, alle funzioni e al rivenditore. Alcune costano circa 30,00 euro, altre arrivano a costare più di cento. È difficile indicare il prezzo medio di questi dispositivi, considerato che, ovviamente, è facile trovarli online a prezzi molto convenienti, ma che non è scontato che un tecnico specializzato sia disposto a installare un modello che non ritiene di qualità o idoneo a un impianto.