Sorpreso in flagrante pensionato killer dei gatti

I carabinieri avevano avviato le indagini, in provincia di Roma, dopo la morte di diversi mici per avvelenamento. L'uomo preparava polpette letali

Gatto in una foto L.Gallitto

Gatto in una foto L.Gallitto

Roma, 14 ottobre 2016 - Avrebbe ucciso diversi gatti con delle "polpette avvelenate". Per questo motivo un pensionato di 79 anni è stato denunciato dai carabinieri delle stazioni di Ciciliano e Gerano per uccisione e maltrattamento di animali. Dopo numerose segnalazioni da parte dei residenti della zona vicino Roma riguardo il ritrovamento di diversi gatti morti per avvelenamento, i carabinieri hanno avviato le indagini.

Nel corso di un'attività di osservazione nei pressi della sua abitazione, i carabinieri lo hanno sorpreso mentre richiamava a sé almeno 7 gatti, tra randagi e di proprietà di vicini, per dargli cibo misto a una sostanza bluastra che si è scoperto essere veleno per lumache. In quell'occasione i gatti sono stati salvati. L'anziano ha poi ammesso che era infastidito dagli animali che invadevano il balcone e gli spazi davanti la sua abitazione e che aveva perciò acquistato il veleno che si usa come esca per le lumache a difesa degli orti mischiandolo con le classiche scatolette di cibo per gatti. Il cibo con il quale l'uomo stava per avvelenare i gatti è stato sequestrato ed inviato ai laboratori dell'Asl di zona per gli esami del caso.  Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net