Lunedì 24 Giugno 2024

Cina, dilaga la "moda" del cane e il mercato degli accessori vola

Secondo alcune stime ogni anno il business complessivo per gli accessori cresce del venti per cento

Cane di Terranova cucciolo in una foto L.Gallitto

Cane di Terranova cucciolo in una foto L.Gallitto

Roma, 17 aprile 2017 - Il cane in Cina sta diventando sempre di più un membro di famiglia, nonché un vero e proprio status symbol. Sebbene infatti in passato fosse proibito avere Fido in casa poiché ritenuto un simbolo borghese, oggi è diventata una vera e propria moda e un modo per indicare di appartenere a un ceto decisamente agiato.    Nel Paese asiatico si contano circa 100 milioni di animali domestici, di cui la maggior parte cani. A Shangay le autorità hanno dovuto persino imporre la politica "del cane unico", dal momento che su 24 milioni di abitanti, i compagni domestici sono risultati un milione.    Naturalmente questo boom ha incoraggia anche le vendite, con un mercato che oggi fattura 15 miliardi di euro all'anno. Accanto al cibo e ai prodotti per la salute e il benessere dei vari animali, a spingere in alto le vendite sono in buona parte gli accessori per cani tra cui guinzagli, cappottini e altri 'indumenti' sempre più trendy e quindi, irrinunciabili. Guadagni che crescono del 20% ogni anno, stando alle stime dello Yourpet Market Research Institute. Per contatti con la nostra redazione: [email protected]